twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 162015
 

Dopo i cambiamenti apportati lo scorso anno la Samsung torna a riorganizzare il suo team di designer e questa volta lo fa assumendo un nuovo capo del design globale, il koreano Lee Don-tae.

Don-tae oltre ad essere un professore della Hongik University è anche il co-CEO di Tangerine, una società di consulenza nel settore del design che in passato ha lavorato anche per la Huawei.

Il suo compito sarà quello di sovraintendere l’intera linea di prodotti della Samsung, come lavatrici, frigoriferi, televisori e ovviamente anche i dispositivi mobile.

samsung-design

Se ci sarà davvero un cambiamento di stile negli smartphone della linea Galaxy probabilmente lo vedremo già con la presentazione del Note 5 o tutt’al più con il prossimo Galaxy S7.

Intanto però secondo le ultime indiscrezioni non dovrebbero mancare novità neanche per il Galaxy S6.

 

fonte koreajoongangdaily.joins.com

  • Fabios

    Un altro koreano? Non cambierà mai nulla..

  • Tersicore1976

    Sinceramente, siamo arrivato ormai in un momento per cui non ci sono veri e propri “Capolavori” nel design di “massa e simili”. Un prodotto non si può certo dire eccezionale, ma sicuramente, salvo rari casi, non brutto. Basta vedere il settore auto: salvo casi rari per cui ci sono dei veri e propri obbrobri, non è che c’è una casa automobilistica che crea prodotti eccezionali… ovvio che non sto parlando dei grandi marchi con veri e propri “Geni” del design. Anche Apple non è che ha creato chissà che nei nuovi iPhone. Resta il fatto che Ivy ha comunque creato un bellissimo prodotto nel nuovo MacPro… Ma non è ceto un prodotto consumer.
    Il problema è che molto spesso non si affidano a nuovi materiali, perché non li possono provare prima sulla “lunga distanza”. Ricordiamo il primo iPhone bianco. “Non usciva” perché non erano in grado di ottenere un bianco univoco usando materiali differente, e Jobs non voleva certo un bianco in un “modo” sulla scocca, e il pulsante Home in un altro bianco.
    Samsung si affida agli stessi materiali. però ha deciso di usare delle trame. Quella del Note 3 è la meglio riuscita. Non essendo lucida non si riga facilmente. Asus su N7 ha optato per un materiale con molto grip a puntini, non si rovina e non rimango molto le ditate… Su N5 LG ha optato per un materiale che trattiene le impronte in maniere impressionante. Tutti e tre i prodotti sono di fatto rettangolari: hanno dei profili diversi, l’N5 sopra e sotto e arrotondato… ma non è che si può pensare chissà che cosa in un prodotto che di fatto è uno “schermo” su cui si digita con il dito.

    • R4nd0mH3r0

      l’estetica secondo me è troppo personale, per poter dire a priori bello o meno.
      Ad esempio a me il nuovo iphone 6 esteticamente piace molto. Trovo però prioritario sull’estetica e sui materiali, il fatto che deve comunque esserci batteria removibile e memoria espandibile (in questo ordine).

  • stefano4060

    iphon il piega non piace tutti telefoni android e batteria removibile e sd e liberta moltissimo di piů non compreró piu apple per precisare ne presi 2 il 3g e un 4s ma mi sentivo troppo in galera ho compreto solo sansun top di gamma e non mi hanno mai tradito….apple e li lascero solo ai fanboy

  • vincitek

    Finchè continueranno ad assumere designer asiatici la forma assomiglierà sempre ad un budino molle, forse un giorno lo capiranno ma per ora ne sono ben lontani.