twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 192018
 

Ancora guai in vista nel nostro paese per Samsung, che dopo le vicende delle “promozioni ingannevoli” e delle memorie bugiardetorna sotto il mirino dell’Antitrust italiana.

Con un brevissimo comunicato stampa emesso attraverso il proprio sito, in seguito a delle segnalazioni ricevute e ad un’attività preistruttoria svolta d’ufficio, l’AGCOM ha fatto sapere di aver avviato due indagini nei confronti della società coreana e di Apple per pratiche commerciali scorrette.

Entrambe le aziende sarebbero infatti accusate di aver rilasciato per i propri telefoni degli aggiornamenti software capaci di ridurre nel tempo le prestazioni ed indurre i consumatori ad acquistare dei nuovi modelli (la cosiddetta obsolescenza programmata).

Inoltre nel rilascio degli aggiornamenti non avrebbero segnalato le possibili conseguenze a cui gli utenti sarebbero andati incontro installandoli.

Se per Apple è ben facile immaginare che tutto sia partito dal recentissimo scandalo degli aggiornamenti che hanno limitato fortemente le prestazioni di cui hanno parlato anche i TG di tutto il mondo, per Samsung il vero motivo dell’indagine sinceramente ci sfugge.

E non certo perché la società koreana in questi anni non abbia mai rilasciato agli utenti dei Galaxy degli aggiornamenti peggiorativi (per raccoglierli potremo creare una sezione apposita), ma perché proprio in questo periodo (tra l’altro povero di aggiornamenti in Italia) non ci risulta nessun problema grave o particolarmente diffuso causato da un nuovo firmware.

Ovviamente appena ne sapremo di più torneremo sulla vicenda.

Qui il comunicato completo.

AVVIATI PROCEDIMENTI NEI CONFRONTI DI SAMSUNG E APPLE PER
AGGIORNAMENTI SOFTWARE DEGLI SMARTPHONE 

Ad esito di segnalazioni di consumatori e di un’attività preistruttoria svolta d’ufficio, l’Autorità ha deciso di avviare due distinti procedimenti per pratiche commerciali scorrette nei confronti delle società del gruppo Samsung e del gruppo Apple operanti in Italia.

In particolare, i professionisti avrebbero posto in essere una generale politica commerciale volta a sfruttare le carenze di alcuni componenti per ridurre nel tempo le prestazioni dei propri prodotti e indurre i consumatori ad acquistare nuove versioni degli stessi; sarebbero stati, altresì, proposti ai clienti aggiornamenti software dei propri telefoni cellulari senza segnalare le possibili conseguenze dello stesso aggiornamento e senza fornire sufficienti informazioni per mantenere un adeguato livello di prestazioni di tali dispositivi, promossi ed acquistati per le loro specifiche ed elevate caratteristiche tecnologiche.

Tali comportamenti potrebbero risultare in violazione degli articoli 20, 21, 22 e 24 del Codice del Consumo.

L’Autorità ha a tal fine effettuato accertamenti ispettivi presso le sedi dei professionisti, per i quali si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza, assistito per i profili tecnici delle operazioni dai militari del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche dello stesso Corpo.

Voi avete qualche ipotesi particolare?

AGGIORNAMENTO ore 11:20:
La notizia ha fatto rapidamente il giro del mondo.
Secondo quanto riportato da organi di stampa koreani Samsung ha respinto ogni accusa confermando quanto già detto nelle ultime settimane, ossia di non aver mai rilasciato aggiornamenti che riducono le prestazioni della CPU.

There is nothing to say regarding the probe. As we previously announced, Samsung did not slow down older models with software updates.