twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Giu 072016
 

Così come avviene all’inizio di ogni mese subito dopo l’annuncio da parte di Google (o quasi visto che non sempre la società koreana l’ha fatto), anche per giugno Samsung ha reso noto l’elenco delle patch di sicurezza che dovrebbe rilasciare per i suoi smartphone e tablet nel corso dei prossimi giorni.

Oltre alle 28 proprie del sistema operativo Android previste direttamente da Google (di cui 6 critiche), ne troviamo altre 9 specifiche per i Galaxy, tra cui finalmente quella che vi avevamo segnalato più volte che permette di bypassare il blocco riattivazione con degli escamotage alla portata di chiunque.

galaxy s7 blocco riattivazione

Per chi non lo sapesse ancora questa non è altro che un’iniziativa avviata da Google quasi un anno fa per correggere in tempi rapidi con l’aiuto dei vari produttori di smartphone le falle di sicurezza di Android più gravi.

Sui Nexus però subito dopo l’annuncio i loro possessori si ritrovano un piccolo aggiornamento OTA con all’interno tutte le nuove patch, ma sui Galaxy non è affatto così.

nexus security updat

A parte comunicare il loro arrivo infatti Samsung non fa molto altro, non avendo ancora previsto una procedura per il rilascio rapido di tali patch come invece aveva promesso.

Le correzioni vengono inserite soltanto quando viene sviluppato un nuovo firmware e dato che questi non vengono rilasciati puntualmente tutti i mesi e per ogni modello, gran parte dei possessori di un Galaxy rimane ancora vulnerabile alle falle di sicurezza più critiche.

Ad esempio per quasi tutti i Galaxy S7, gli smartphone più recenti commercializzati da Samsung, gli ultimi firmware risalgono ad inizio aprile e pertanto con gli aggiornamenti di sicurezza sono rimasti ancora fermi a questo periodo.

galaxy s7 patch di sicurezza

Se quindi sul vostro Galaxy alla voce Livello patch sicurezza vi ritrovate con una data molto vecchia sappiate che è del tutto normale.

A non averlo ancora capito sono soltanto i tanti siti specializzati del settore, che non appena Samsung pubblica sul proprio sito l’elenco aggiornato delle patch di sicurezza non fanno altro che parlare addirittura di rilascio degli aggiornamenti già in corso, senza sapere che in realtà tra le due fasi di solito passano anche più di due mesi.

Per chi volesse approfondire questo discorso rimandiamo al nostro precedente articolo.