twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Lug 082014
 

Chi pensava che con l’arrivo dei display Full HD sarebbe finita la corsa a raggiungere anche sui dispositivi mobile risoluzioni sempre più elevate si sbagliava.

Con il nuovo Galaxy S5 Lte-A la Samsung si è infatti spinta oltre introducendo addirittura il primo pannello di tipo WQHD da ben 2560 x 1440 pixel.

galaxy-s5-risoluzione

Ma ci sono davvero dei vantaggi ad avere risoluzioni così elevate su schermi di piccole dimensioni come quelli degli smartphone?

Per la Samsung si e sul suo blog internazionale ci spiega il perché.

I display WQHD rispetto a quelli Full HD sono in grado di visualizzare immagini in maniera molto più chiara e reale, arrivando a mettere in risalto particolari quali capelli, sopracciglia e rughe di un volto.

in alto display FHD, in basso WQHD
vantaggi-risoluzione-wqhd

Altro vantaggio non da poco è l’aumento della leggibilità consentita dalla maggiore densità dei pixel.
Con un pannello di 5,1 pollici e 2560×1440 pixel si riescono a raggiungere ben 577 ppi, contro i 432 ppi di un pannello della stessa diagonale ma risoluzione 1920×1080.

risoluzione-fullhd-wqhd

E con un maggior numero dei singoli componenti RGB (rosso-verde-blu) a disposizione per rappresentare un’immagine ne beneficerà anche la qualità del colore finale.

Secondo gli studi condotti dalla Samsung la densità di pixel ottenibile con la risoluzione WQHD è la migliore possibile per uno smartphone, molto di più rispetto a quella che si può avere oggi su un tablet o sui televisori da 78″ a causa del differente tipo di utilizzo.

risoluzioni-fullhd-wqhd

Grazie inoltre alla tecnologia Amoled ed altri accorgimenti apportati sempre dalla Samsung l’elevata risoluzione non compromette il consumo energetico del dispositivo.

Per maggiori dettagli potete visitare direttamente la pagina del blog Samsung.

E per voi quanto è importante la risoluzione su uno smartphone? Vi siete davvero accorti dei suoi vantaggi negli ultimi anni?

  • Francesco Previtera

    invece dei display pensasse agli aggiornamneti e a creare dispositivi più fluidi…
    la samsung

    • Giorgio

      Sono già più che fluidi, se poi tu hai un telefono di fascia bassa si capiscono molte cose..

    • Francesco Previtera

      Ho un note 10.1 2014 e non penso proprio che sia un device di fascia bassa.. anzi.
      Con la versione 4.3 non è fluidissimo…
      Anzi.

    • Giorgio

      Ho un s4 mai avuti problemi di fluidità, né con rom stock né con cyanogen.
      Non so dove li vediate tutti sti problemi di fluidità, secondo me siete solo un po’ fissati, che se lo smartphone non elabora ad una velocità di un server non siete felici.

    • Con la 4.4 è migliorato ma visto l’hardware a disposizione per me dovrebbe fare molto di più.

    • Francesco Previtera

      Sono d’accordo con te

    • Gianmarco

      È inutile che richiediate in continuazione questi aggiornamenti. Un telefono ha quelle funzioni e basta! Non è che aggiornandolo diventa un razzo supersonico… anzi!
      S4 da 4.2.2 a 4.4.2 non ha cambiato un cavolo!

    • riccardo

      S5 non è lento, anzi, samsung ha fatto un bel lavoro di ottimizzazione sul firmware dell’s5.
      Dovremmo stare più incaSSati per i nostri s4 che sono stati in allegra compagnia di lag per più di 1 anno senza sostanziali miglioramenti (e che la samsung non ci venga a dire che lo snapdragon 600 non regge più bene la touchwiz e altra roba ed è tempo di cambiare…)

  • Ivan Pacca

    Un bel nexus e finiscono i problemi di fluidità

  • Smartcomm

    “Secondo gli studi condotti dalla Samsung la densità di pixel ottenibile con la risoluzione WQHD è la migliore possibile per uno smartphone, molto di più rispetto a quella che si può avere oggi su un tablet o sui televisori”

    Sec me questa frase ha poco senso: confrontare la densitá di pixel di un 78″ con quella di un 5.1″ per concludere che effettivamente i ppi sono maggiori sul 5.1″ é una tautologia talmente evidente da lasciare interdetti, dando pure per scontato che le dimensioni dei singoli pixel sono ovviamente diverse.

    Sarebbe come far correre in un circuito una F1 ed un garelli modificato per poi sorprendersi e compiacersi del fatto che effettivamente la F1 é piú veloce.
    Davvero Samsung non riesce a trovare motivazioni tecnico-commerciali piú adeguate per vendere il suo nuovo display?

    • Forse l’abbiamo fatto capire male noi, il loro concetto è che ppi elevati servono solo su smartphone mentre sui televisori non ci sono vantaggi.

    • Ema

      perche ? non usiamo sempre gli stessi occhi per guardarli ?

    • Alessandro

      Tu un televisore da 80 pollici te lo guardi a 2 cm dal naso? O il telefono a 3 metri di distanza?
      Il perché è semplicemente questo.

    • Ema

      il telefono a 30/40 cm infatti il display è 5″ , la tv a 2/3 metri infatti è 50″ ,….. però con gli stessi occhi , te forse hai un paio di occhi per il cellulare e un altro paio per la tv …. mi rimane sempre però il dubbio del perché i ppi contano per uno e non per l’altro

    • riccardo

      Perché a 3 metri non siamo più in grado di distinguere i pixel del televisore, nemmeno se è “solo” full hd

    • Ema

      ok fino a qui ci siamo, però questa cosa non accade anche con un 5″ invece che a 3 metri a 30/40 cm ?
      ok che la distanza è minore, però anche la dimensione del pixel è minore

  • Fabio

    L’occhio umano non distingue più oltre i 400ppi (si può leggere ovunque su internet). Mettete ad esempio un note 3 e un s5 a confronto e vedete che la differenza percepita dall’occhio è nulla. Se non sanno più cosa inventarsi è un altro discorso…

  • Michele

    Per me non serve a nulla.E’ una cosa in più…Si devono ottimizzare software e batterie…

  • Stefano

    nn mi fido molto delle motivazioni tecniche di chi ti vende un “nuovo” top di gamma in continuazione…più in generale, non solo per samsung, mi sembra che i produttori stiano estremizzando un pò tutto per mantenere la propria posizione di mercato senze vere innovazioni: dimensioni e risoluzioni schermi, numero e potenza processori, ecc, ecc. forse con i cell curvi e a 3d ci sarà un altra frontiera da esplorare, non lo so…per ora mi sembra da seguire soprattutto l’evoluzione dei sistemi operativi e del software dei vari cell.

  • 2560×1600 è la risoluzione del mio monitor da 30 pollici. 1920×1080 sul mio note3 è già più che sufficiente ed anche con una lente è difficile vedere i pixel. Non vedo l’ora che vengano venduti degli schermi superamoled da 30 o 60 pollici a prezzi ragionevoli.

  • Andrea Borghini

    WQHD Completamente inutile, basta guardare qualsiasi recensione. Ma poi scusate, secondo voi Samsung dice :”Si avete ragione il WQHD è una bimbominchiata che abbiamo messo perché non sapevamo come vendere più telefoni” oppure dice:” E’ la cosa più utile del mondo”? Secondo me la seconda no?

    • Alberto

      E il famoso schermo Retina dell’Iphone? 900 e rotti per 600 e rotti?
      Qualche anno fa era il top del top e nessun cellulare lo superava.
      Tutti ne decantavano la superiorità. Ricordi?
      Adesso è una chiavica ma nessuno l’ha definita bimbominchiata.
      A te non serve ma c’e’ gente a cui fa comodo tra cui il sottoscritto.
      Dipende tutto dall’uso che ne fai.
      Chi usa quelle risoluzioni non deve solo telefonare (vedi Galaxy Note)
      +pixels+informazioni+applicativi in contemporanea
      Exempio? Photoshop oppure Solid explorer in landscape con microSd da 128giga=il pc non serve piu’

    • Andrea Borghini

      Ti darei anche ragione, se Samsung non l’avesse giustificato come display più definito e con colori più luminosi, prendendo per il culo un po’ tutti. Che poi ci sia gente a cui serve avere una risoluzione maggiore nelle applicazioni non lo metto in dubbio, ma non te lo vendono così.

    • Callea

      Lo schermo Retina dell’iPhone fu una rivoluzione, la differenza con gli schermi precedenti era eclatante.

      La WHD è solo una presa in giro.

  • iAlex

    Aumentare la risoluzione dei dispositivi dovrebbe essere l’ultimo dei problemi di Samsung.
    Dovrebbe concentrarsi invece sull’aumento dell’autonomia e sull’ottimizzazione software dei suoi prodotti, e c’è da dire che con il Galaxy S5 Samsung si è mossa nella giusta direzione anche se c’è ancora qualcosa da limare: ad esempio l’apertura al primo avvio (cosiddetto a freddo) di app di sistema importanti come telefono, messaggi, mail o fotocamera ci mette circa 1-2 secondi, credo che gli sviluppatori Samsung potrebbero ovviare a ciò inserendole in cache all’accensione del dispositivo al posto di altri servizi probabilmente inutili.
    Ah scusate l’offtopic ahahaha.

  • Fabio

    Senza una lente di ingrandimento pensi di essere in grado di distinguere un FHD da un WHD su poco più di 5 pollici?

  • Callea

    Se Samsung tenesse veramente alla nitidezza estrema non userebbe la matrice pentile.
    Per colpa della matrice Pentile i pixel realmente riproducibili sono molti di meno della risoluzione dichiarata così come i dpi.

    Basterebbe fare un S5 con un FHD con matrice RGB e si avrebbero il 50% in più di informazioni visualizzate e senza gravare sulla cpu.

    In realtà la FHD è già troppo, questa storia della necessità di risoluzioni superiori sono solo una presa in giro per alzare un po’ le vendite che stanno scarseggiando.

    Boicottate i telefoni WHD sono solo una presa in giro e un insulto all’intelligenza.