twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mag 232014
 

Torniamo a parlare ancora del Galaxy S5 Active, una variante del Galaxy S5 che per una serie di caratteristiche particolari potrebbe rivelarsi più interessante di quanto previsto inizialmente.

Per ora il nuovo dispositivo non è ancora stato ufficializzato dalla Samsung, ma grazie ad un primo prototipo in possesso dell’autore del canale Youtube TK Tech News sappiamo già che al suo interno è presente una fotocamera con stabilizzatore ottico e alcune funzioni esclusive come Active Key e Activity Zone.

L’ultima rivelazione proveniente sempre dallo stesso autore è quella della certificazione IP68, in grado di assicurare al Galaxy S5 Active una resistenza all’acqua maggiore di quella del Galaxy S5 (certificato IP67).

galaxy-s5-active-certificazione-ip68

Ma qual è esattamente la differenza tra IP67 e IP68?

La prima cifra riguarda la resistenza ai corpi solidi.
Il 6 rappresenta il valore massimo e indica una protezione completa contro la polvere.

certificazione-ip-galaxy

La seconda cifra invece si riferisce alla resistenza all’acqua.
Il 7 indica una protezione fino ad 1 metro di profondità per un massimo di 30 minuti.
L’8 indica invece una resistenza più prolungata, sia in termini di tempo che di pressione (metri e durata devono essere specificati dal produttore).

A breve dovrebbe arrivare anche una video prova che condivideremo subito all’interno di questo articolo.

 

Altre notizie sul Galaxy S5 Active:

 

fonte tktechnews.com

  • ?๏?χ

    Per quanto mi riguarda un IP67, se il telefono ha dimensioni e spessore minori, è preferibile dal momento che garantisce una resistenza comunque buona.
    L’unico aspetto interessante di S5 Active sarebbe lo stabilizzatore ottico, nella speranza che le altre caratteristiche siano le medesime

    • Joseph Lombardo

      concordo, spero che lo stabilizzatore ottico diventi di serie nei prossimi galaxy, è una delle poche cose di cui si sente la mancanza, anzi specifico, di cui sento la mancanza 🙂

  • Nukysh

    Io non ho ben chiaro il concetto di “durata di immersione” in acqua… cioè capisco la differenza di profondità delle varie certificazioni, in quanto con la profondità varia anche la pressione che viene esercitata sul dispositivo ed i suoi interstizi… ma la durata fa davvero la differenza? Voglio dire, se un telefono resiste all’acqua per 30 minuti, ad esempio a 30 cm di profondità, per quale motivo non dovrebbe più resistere dopo 1 ora o dopo 10 ore, se non viene modificata alcuna condizione esterna?

    • peppos

      quello che non capisco io..

    • M.Redstone

      Perché dopo un po’ di tempo la pressione dell’acqua tende a provocare comunque delle micro-infiltrazioni nei punti di giunzione fra i vari componenti. E quindi occorrono sigillature e guarnizioni migliori (generalmente più costose), un assemblaggio più accurato e test di tenuta più severi da superare

  • andrea

    io invece vorrei che facesse il caffè…XD
    (la protezione in grado ip68 e’ un bel traguardo)
    da possessore di s3 forse faro’ il salto a note 4 se la includeranno..