twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 302014
 

Rispetto al suo diretto predecessore il nuovo Galaxy Note 4 si presenta con una piattaforma hardware più potente e un display con una risoluzione di ben 2560 x 1440 pixel su soli 5,7 pollici.
Purtroppo però la capacità della batteria è rimasta quasi inalterata, ma nonostante questo la Samsung ha comunque promesso un miglioramento dell’autonomia di circa il 7,5%.

Sarà veramente così?

Per ora è troppo presto per dirlo con certezza, ma gli accurati test effettuati dal sito asiatico playwares.com possono essere di aiuto per farsi una prima idea (NB: la luminosità è sempre stata regolata in maniera precisa a determinati valori di cd/m2 per non falsare il confronto con altri dispositivi).

foto-batteria-note-4

La prima prova è quella della navigazione wifi, dove il phablet raggiunge 8 ore e 30 minuti.
Un valore superiore a quello della maggior parte dei concorrenti e soprattutto del Note 3, che aveva ottenuto solamente 6 ore e 43 minuti.

Il secondo test è quello della riproduzione di un video.
Qui il risultato è inferiore al Note 3 (14 ore e 55 minuti), ma il Note 4 si mantiene sempre nelle prime posizioni con 13 ore e 12 minuti.

Per finire il test più impegnativo, quello della grafica 3D.
Da come si può vedere il punteggio del Note 4 (3:31) è di poco inferiore a quello del Note 3 (3:49).

Certamente valutare la batteria del Note 4 soltanto da questi test è troppo limitato, ma da quanto si può vedere anche se le promesse della Samsung non sembrano rispettate il display Quad HD del Note 4 non grava più di tanto sull’autonomia generale.

Purtroppo il dispositivo testato da playwares.com è soltanto quello con chipset Exynos, quindi i risultati per la variante europea con lo Snapdragon della Qualcomm potrebbero anche essere diversi, migliori o peggiori.

 

fonte playwares.com via androidauthority.com

  • Edy

    Salve a tutti.
    Interessanti sono questi test del Note 4, ma tolto il fatto dello stabilizzatore ottico (che non è poco per chi ama le riprese e il video editing), credo che Samsung per convincere chi ha il note 3 o altri dispositivi di fascia alta, a meno che uno non sia un collezionista o compri uno phanable per la prima volta, debba fare una campagna commerciale di tipo Microsoft, ossia che per alcuni mesi offrì ai possessori di Windows 7 l’aggiornamento a Windows 8 a soli 19€ prima di passare a circa 60€. Questi numeri che leggo, saranno sicuramente utili, ma a me personalmente mi lasciano indifferente.
    Saluti

    • Wolf

      Sono d’accordo. Limitatamente a questo test batteria direi anche #EpicFail

  • Aldroid

    Il Note 4 a me interessa per il salto di qualità (spero) fatto sui materiali adottati.
    Senza addentrarci in specifiche tecniche, avevo abbandonato un pò la Samsung dopo l’S4, avendo conosciuto lo Z2 prima e l’M8 poi (davvero il top).
    Ora ho un magnifico Tab S 8.4 che uso come telefono principale in quanto scrivo moltissimo (per lavoro) e la cosa che più mi manca è proprio un maledettissimo profilo in alluminio, perchè la plastica, proprio non la sopporto più.
    Anche se devo ammettere che, trattandosi di un tablet, è un compromesso accettabile in quanto incide positivamente sul peso.

    • Aldo Tedone

      perché non prendi in considerazione lo Z3 Compact Tablet? leggerissimo, materiali di qualità…

    • Aldroid

      Si, grazie del consiglio, ci stavo facendo un pensierino, però non ha la possibilità di telefonare (nel senso che manca la capsula auricolare), ovviamente parlo di casi di emergenza in quanto uso sempre l’auricolare bluetooth.

  • Mirko

    Da questi test sembra che i livelli di durata della batteria sia rimasti “più che accettabili” nonostante l’impressionante aumento della risoluzione dello schermo e delle altre caratteristiche hardware. Ed in più “dovrebbe” essere possibile ricaricare da 0 al 50% in mezz’ora (fast charging). Un gioiello di alta ingegneria.

    Ps. Certo… io mi sarei “accontentato” di uno schermo full-hd e di una durata ancora maggiore della batteria

  • stambeccuccio

    Cmq io l’avrei messo in rilievo, nel titolo, e non al termine dell’articolo che il Note 4 testato è quello con Exynos.. che è sicuramente più efficiente della versione che arriverà da noi con Snapdragon 805.
    I consumi si riducono principalmente con la riduzione del processo produttivo. Exynos è a 20nm, mentre Snap 805 è a 28nm.
    Pertanto la versione di Note 4 che vedremo noi NON avrà queste autonomie… ma molto, ma molto meno.
    Inoltre già sul sito ufficiale Samsung Italia, mettendo a confronto le specifiche che ufficialmente hanno pubblicato, si vede già che mettendo a confronto le specifiche del Note 3 con quelle del Note 4, quest’ultimo viene dato con 1 ora in meno di autonomia.

    E questo ufficialmente.. ma di fatto, secondo me, dopo i primi aggiornamenti, il Note 4 con Snap 805 avrà un’autonomia ancora MOLTO, MA MOLTO PIU’ BASSA.

    • Si hai ragione, visto che c’è posto l’ho aggiunto ora.
      Per il resto non è detto, alla fine sugli smartphone conta solo il firmware che con una buona ottimizzazione può stravolgere tutto.

      Non mi preoccuperei neanche dei valori indicati dalla Samsung (se intendi quelli in cui dicono fino a…), perché tanto sono frutto di calcoli teorici o a volte dati un po’ a caso.
      Ad esempio per le varianti Exynos del Note 4 sono addirittura minori.

    • stambeccuccio

      Si, d’accordo con te. 🙂
      Ma quando hai un display con tutti quei megapixel, un processore più potente e che consuma di più.. le ottimizzazioni firmware non possono fare miracoli. 🙂

  • ernesto

    vedo che il mio Galaxy Note 2 morde ancora… 🙂