twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Feb 172017
 

Vi avevamo già parlato dello scandalo politico che ha di recente coinvolto gli alti funzionari della Samsung legato alla corruzione del governo sudcoreano della ex presidente Park Geun-hye (per i dettagli vedi news del 19 gennaio 2017).

Ebbene, è notizia proprio di queste ore che il vice presidente dell’intero gruppo Lee Jae-yong (unico figlio di Lee Kun-hee, presidente del Gruppo Samsung ormai non più operativo per problemi di salute) è stato arrestato perché ritenuto uno dei principali artefici della vicenda.

Per Lee Jee-young, 44 anni, c’era già stata una prima richiesta di arresto lo scorso mese, ma era stata poi subito respinta dalla corte sudcoreana.
I reati di cui è accusato sono corruzione, appropriazione indebita, falsa testimonianza, l’occultamento delle prove e trasferimento illecito di beni all’estero. Ora è detenuto nel carcere della città di Uiwang.

Per Park Sang-jin, presidente di Samsung Electronics, la richiesta di arresto è stata per ora respinta.

Al momento in cui stiamo scrivendo l’articolo Samsung non ha ancora rilasciato alcun comunicato ufficiale.
Vedremo ora come affronterà questa nuova difficile situazione il gigante coreano, ormai da diversi mesi sempre nell’occhio del ciclone.

 

via koreaherald.com, reuters.comhani.co.kr

  • Tiwi

    mah..alla fine non cambierà nulla o quasi a livello aziendale..e quando si è cosi importanti come samsung..vicende del genere sono all’ordine nel giorno e fanno in poco tempo il giro del mondo..
    non si può sempre parlare positivamente, ci sono anche vicende negative..

  • Alexj

    A Natale gli manderemo un bel Nougat alle nocciole.