twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Nov 202016
 

In queste ultime settimane diversi siti specializzati ma anche quotidiani generici hanno portato alla ribalta vari casi di Galaxy S7 andati improvvisamente a fuoco, proprio come era successo con i Note 7.

galaxy-s7-esplosioni

Incidenti realmente verificatisi e che purtroppo negli USA hanno provocato anche delle ustioni ai loro proprietari con conseguenti azioni giudiziarie, come nel caso del signor Ramirez dell’Ohio che in quel momento portava lo smartphone in tasca (fonte classaction.com, attenzione le altre immagini contenute potrebbero urtare la vostra sensibilità).

galaxy-s7-edge-fuoco-pantaloni

Numeri però lontanissimi dal far gridare ad un nuovo batterygate visto che ad oggi parliamo di alcune decine di milioni di Galaxy S7 in circolazione in tutto il mondo (solo negli Stati Uniti Samsung dichiara che ce ne sono più di 10 milioni).

E per cercare di spegnere sul nascere ogni speculazione la divisione USA della società ha diramato un breve ma perentorio comunicato ufficiale.

Samsung tiene alla sicurezza e qualità dei Galaxy S7. Non c’è stato alcun caso confermato di guasto alla batteria interna tra gli oltre 10 milioni di dispositivi utilizzati dai consumatori degli Stati Uniti; tuttavia abbiamo confermato un numero di incidenti provocati da cause esterne. Fino a quando Samsung non sarà in grado di ottenere ed esaminare ogni dispositivo coinvolto, è impossibile determinare la vera causa di ogni incidente.

Parole forse che qualcuno avrà già sentito con i Note 7, ma i Galaxy S7 ormai possono considerarsi smartphone sicuri e affidabili.
Purtroppo il problema delle batterie che esplodono riguardano anche altri produttori e proprio questi giorni ad affrontarli è pure Apple con i suoi ultimi iPhone 7.

  • Tiwi

    le speculazioni su s7 non hanno senso..ormai sono 9 mesi che è in circolazione..inutile provare a sostenere che non sia sicuro..

    • M-Redstone

      Eppure (guarda caso sempre in America) c’e chi sta facendo di tutto per sostenerlo

  • Gianni

    caso strano solo in america escono fuori ste cose… comunque il mio s7 edge SCOPPIA di salute.

  • Tersicore1976

    Non capisco perchè si parli di speculazione… Di prodotti difettosi ce ne saranno sempre: Lg, Apple, Htc, Samsung ecc… Può capitare che su milioni di pezzi alcuni abbiano problemi. Per Samsung il tutto è però molto diverso, e ogni segnalazione ingigantita perchè ha annullato e ritirato il suo ultimo Top di Gamma. Quindi è sotto osservazione, da tutti… Quindi gli ritorna sempre indietro la palla… Se non cj fosse stato un caso Note 7, la notizia di questa stamattina sarebbe stata quella del secondo firmware Beta di Note 7 per Android 7.0… Invece non lo svilupperanno mai perchè non c’è nessun Note 7… Quindi si parla di “altro”.

  • andrea55

    Chissà perchè tutti i dispositivi prendono fuoco sempre in America, che strano

  • Maurizio69

    A quanto pare Apple non sta avendo molto successo con i suoi iPhone 7
    Poi sta avendo anche lei problemi con le batterie
    Quindi ci metterei un bel punto di domanda sulla speculazione contro Samsung

    • M-Redstone

      Infatti… ora faccio abbrustolire il mio smartphone e poi posto sul web una foto con accanto le mie mani fasciate ?

  • Pasquale Piraino

    Ma non dicono che sono sicuri.
    Ma solo che su 10 milioni di s7 in america e il fatto non si è presentato ma non dice che le batterie nom hanno difetti

    • M-Redstone

      Nessuna batteria al litio può dirsi sicura al 100% su 10 milioni di pezzi

  • edin osmanovic

    Ma che strano..dopo a chi tocca?? Note 5? Note 4? S7? S6? S5? S4? S3? S2? S1? S0? S-1?
    Ma che vadano tutti a quel paese.

    • stambeccuccio

      ..insomma, una esplosione collettiva! xD

    • M-Redstone

      Veramente nell’articolo si dice che è successo anche agli iPhone, solo che questo passaggio tu hai fatto finta di non vederlo… ma che strano

  • Cin

    E’ ormai ora di introdurre nuove tecnologie per le batterie, uno non si può far male per queste cose (vabbè che a quanto pare oggi fanno più morti i selfie…)