twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mar 272014
 

Anche se non è ancora in commercio il Galaxy S5 può già contare su una prima procedura per poter effettuare il root.

Il merito è ancora una volta dei CF-Auto-Root di Chianfire, il metodo più affidabile ed efficace per ottenere i massimi privilegi sui Galaxy, con oltre 22 milioni di download all’attivo in tutto il mondo.

root-galaxy-samsung

Il lavoro non è stato molto difficile in quanto la piattaforma software utilizzata dall’ultimo top di gamma della Samsung è la stessa di quella presente nel Note 3 e Galaxy S4.

Purtroppo però, come già avviene per i precedenti modelli, anche sul Galaxy S5 il root comporta l’alterazione in maniera irreversibile del contatore Knox, con la conseguente perdita definitiva della garanzia e l’impossibilità di poter utilizzare i tool messi a disposizione dalla tecnologia Samsung Knox.

 

fonte Google+ Chainfire 

  • Hjin

    Bene…
    Ma oggi quanto conviene su un nuovo telefono fare subito il root??

    • VORTICE

      io di solito lo lascio un paio di mesi così, giusto per vedere che non ci siano difetti ma non posso rinunciare ad alcune mod

    • Hjin

      Capisco…però se il telefono ti deve durare e non cambiare sempre ogni anno,non bastano due mesi di prova!!beh sono scelte che oggi sono più difficili di qualche anno fa…

    • 𝕃๏𝕣χ

      Concordo! Io ho Note 3, quindi uscito con Knox e non posso aggirare il blocco come si può fare con un S4 con la 4.2.2

      Sono sempre stato uno che cambiava ROM e avevo sempre il root, ora non ho il coraggio di fare nessuna modifica.
      Il Note 3 mi durerà quasi due anni (è questo il ciclo di vita dei miei telefoni) e non me la sento, considerata la cifra che ho speso!

    • clod

      IDEM!!!!

    • bocao

      😉 e comunque un modo per far passare il device in garanzia dopo la violazione di xnox esiste ma chi lo sa non lo dice x evitare il poi,

  • Eliot

    Maledetto Knox!

  • Rob973

    motivi per NON fare il root:
    1 non so cosa sia o non mi interessa farlo
    2 mi serve l’applicazione knox e la sicurezza che mi da’
    3 voglio tenere poco e rivendere subito il telefono (col contatore knox a 0x1 il prezzo di rivendita si abbassa)

    Cio’ detto, non condivido assolutamente chi non fa il root per la garanzia, per i seguenti motivi:
    a. non e’ pacifico che samsung non passi in garanzia i terminali solo perche’ hanno knox a 0x1
    b. anche con knox a 0x0 molti guasti non sono passati in garanzia (es. display rotto, telefono che ha preso acqua etc)
    c. l’intervento di riparazione non in garanzia non e’ detto che costi tutti questi soldi, (certo, l’intervento piu’ costoso costa circa 200 euro, ma molti interventi costano molto meno), e questa cifra già puo’ essere abbondantemente ammortizzata preferendo in fase d’acquisto un terminale garanzia europa, rispetto ad uno italia
    d. una volta acquistato il telefono, godiamocelo e facciamoci quello che vogliamo. Non rootarlo solo per non perdere la garanzia e’ come non portarselo dietro per paura di romperlo.
    Io ho fatto il root circa mezz’ora dopo l’unboxing…

    • Ciao, gran bell’intervento, hai centrato proprio in pieno

    • alexj

      L’ unica cosa giusta che hai detto secondo me è l’ ultima… Chi acquista il telefono se lo gode e ci fa quello che ritiene opportuno compreso non rootarlo (io l’ho sempre fatto il root).

    • Paolo

      Sono d’accordo con te Rob, però c’è anche da dire che se poi hai un problema e hai il contatore a 1… ti prende molto a male.
      Io per esempio ho avuto un problema con la fotocamera del mio S4, dopo un mese di vita ha cominciato a fare foto con dei piccoli punti neri.
      Portato in assistenza, costo zero, tempi zero (fatto in giornata), sostituita l’intera fotocamera. Se avessi rootato il dispositivo avrei speso quei 50-100€ per un problema di fabbrica.

      Quindi a volte siamo costretti a prendere delle decisioni che non vorremmo a causa di politiche un po’ troppo rigide (come dicevi tu nel tuo punto “a”).
      Io mi permetterei di modificare il tuo esempio del punto “c” nel modo seguente: “non rootare lo smartphone per non perdere la garanzia è come portarselo in giro con una cover per paura di romperlo!”

      Chiudo dicendoti un’ultima cosa: i dispositivi non rootati funzionano benissimo, non rootare non significa tenersi un dispositivo terribile, quindi magari uno che vorrebbe tanto avere i permessi di root fa un piccolo sacrificio per un anno (la mia garanzia dura un anno avendo fatturato) o due e poi ci fa tutto quello che vuole.

      Quello che hai scritto lo comprendo, lo condivido, ma è opinabile.

    • 𝕃๏𝕣χ

      Concordo!

  • Alessio Perelli

    anche se non ho piu un samsung per motivi di dual sim,ho sempre fatto il root il appena aperto,per freezare o togliere quelle maledette applicazioni succhia batteria che mettono i vari produttori!io amo android puro,e se i produttori farebberp decidere a noi utenti quali app avere penso che molti non farebbero il root(parere personale ovviamente)