twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mag 052014
 

Come vi avevamo comunicato in anteprima qualche giorno fa per la variante americana del Galaxy S3 dell’operatore telefonico americano Sprint (product code SPH-L710) è già disponibile il primo aggiornamento basato su Android 4.4.2 KitKat (vedi news del 30 aprile).

galaxy-s3-kitkat-samsung-2

Proprio come la versione KitKat rilasciata per il Galaxy S4, il Note 3 ed il Note 2 le novità apportate dalla Samsung non sono molte.
I principali cambiamenti presenti all’interno sono soprattutto quelli apportati da Google al codice base di android.

Dal punto di vista grafico non cambia quasi nulla, fatta eccezione per le icone nella barra di stato ora completamente bianche.

galaxy-s3-kitkat-samsung

Assenti invece gli elementi dell’interfaccia TouchWiz del Galaxy S5, applicazioni comprese.
In compenso però ora anche il Galaxy S3 ritroviamo la tecnologia Samsung Knox, bootloader con contatore irreversibile Knox Warranty Status compreso.

L’update non è ancora molto diffuso ma da quanto si può apprendere dai vari commenti rilasciati sul web da parte di chi l’ha provato (es su Xda) le impressioni sono positive. Il nuovo firmware è stato giudicato come il più fluido e veloce rilasciato per la variante di Sprint.

I seguenti screenshot mostrano la situazione della RAM prima e dopo aver svuotato la memoria.

galaxy-s4-kitkat-ram 

La variante SPH-L710 del Galaxy S3 può contare su ben 2 GB di Ram, di cui 512 MB riservati al sistema.
Da come si vede dai due screenshot sopra per questo modello bastano e avanzano, ma se all’interno ci fosse un solo gigabyte come sul Galaxy S3 I9300 la situazione sarebbe davvero al limite e con con tutta la personalizzazione software del produttore non sarebbero sufficienti.

Che cosa accadrà invece con i Galaxy S3 europei? Riceveranno anche loro Android 4.4 KitKat?

Difficile dirlo, al momento purtroppo non esistono comunicazioni ufficiali certe ma soltanto indiscrezioni (vedi articolo 1, articolo 2, articolo 3).
Per ora inoltre non ci risultano tentativi di porting per poter adattare l’aggiornamento di Sprint al nostro modello.