twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 152015
 

Come gli amanti del modding in possesso di un Galaxy S6 ormai ben sapranno con l’arrivo degli aggiornamenti Lollipop 5.1.1 su questi smartphone non è più possibile utilizzare il noto tool PingPongRoot per ottenere i permessi di root senza alterare il contatore Knox.

Da qualche settimana però, proprio come era già capitato con le varianti di TMobile, anche per i Galaxy S6 e S6 Edge europei (G920F e G925F) è trapelato uno speciale bootloader utilizzato dai centri di assistenza Samsung che permette di compiere alcune operazioni lasciandolo completamente invariato.

galaxy s6 knox 0

Grazie ad una particolare procedura dell’utente pmichaelro tale bootloader può essere sfruttato dai possessori degli S6 anche per ottenere i privilegi di root o installare una rom cucinata tramite recovery modificata.

Prima di proseguire vi diciamo subito che il bootloader purtroppo proviene da un firmware basato su Android 5.0.2 e che l’installazione su Android 5.1.1 non consente più di utilizzare il lettore delle impronte digitali (funzione ripristinabile solo tornando alla configurazione originale).

Essendo inoltre una procedura complessa e molto delicata la raccomandiamo solamente ad utenti con una buona (e reale) esperienza nel modding. Proprio per questo eviteremo di descriverla passo passo in maniera approfondita.

Ricordiamo infine che come per tutte le operazioni di modding, la responsabilità per eventuali danni è sempre e soltanto di chi decide di modificare il proprio telefono.

root galaxy s6 knox 0

File necessari

Procedura

  1. Assicurarsi di partire da un firmware originale Samsung basato su Android 5.1.1, di disattivare la funzione Blocco riattivazione (se attivata) e lo sblocco tramite impronte digitale.
    Copiare poi il file dell’Unikernel nella memoria interna.
  2. Flashare con odin il bootloader speciale.
    odin flash bootloader
  3. Dopo il riavvio del telefono flashare con Odin la recovery modificata TWRP (qui la nostra guida illustrata). Si raccomanda questa volta di togliere la spunta da Reebot Device in Odin per evitare che il telefono si riavvii in automatico.
  4. Appena flashata la TWRP mettere subito il telefono in Recovery Mode ed installare da recovery il file dell’Unikernel.
    twrp-recovery
  5. Se tutto è andato in maniera corretta vi ritroverete con il Galaxy S6 rootato, con una recovery modificata e il contatore Knox a 0.

Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla discussione di riferimento su Xda.

Lasciamo a voi il giudizio se vale o meno la pena eseguire la procedura o aspettare possibili soluzioni alternative.

 

si ringrazia per la segnalazione Ch ry

  • mavert

    Per il note 4 c’è qualche possibilità???

    • mirko

      quoto

    • Per ora nulla, se uscirà non ce lo faremo di certo sfuggire 🙂

    • mirko

      ok grazie! 😉

  • Danilo

    Possibile che in tutto il mondo non ci sia nessuno che lavori in un centro assistenza Samsung appassionato di queste cose disposto a condividere questo tipo di file????

    • Albe

      C’è ma rischia il posto di lavoro a fare cose del genere.

    • Beps

      Ciao Albe,
      consigli questa procedura?

    • Albe

      Io sinceramente mi sono affidato al metodo via UniBase Kernel. Però se ti interessa lo Knox 0x0 questa è l’unica via

    • Chry

      Unibasekernel con questo bootloader non ti avrebbe incrementato knox Albe

    • Albe

      Si ma intendevo che comunque mi è stato più semplice flashare solo quello e continuare ad avere il lettore

    • Chry

      Si ok, è una questione di scelte questa. Io il lettore non lo uso e preferisco tener buona la garanzia. Sono scelte. 🙂

    • Albe

      Concordo 😛

    • Beps

      Grazie Albe, il mio problema è che uso molto il lettore di impronte. è un gran peccato è soprattuto non capisco questa incompatibilità. Ho anche letto che una volta variato il knox a 01 non è più possibile usare SamsungPay, altra funzione se e quando arriverà che userei molto.

    • Albe

      Pare sia vero. Ma non mi interessa minimamente quella funzione ergo ho proceduto lo stesso.

    • Chry

      Io l’ho provata e testata persona ente e ti dico che se fai le cose come da guida Knox resta intatto l’unico handicap per chi lo USA è che il lettore di impronte non funzionerà più finché non si riflasha una ROM stock. La batteria a parte all’inizio che sembra si scarichi da paura dopo una settimana torna a prestazioni più che ottime. Senza dimenticarsi che si possono flashare anche custom ROM restando a0x0/con knox.

    • Beps

      Grazie, il mio problema è che uso molto il lettore di impronte. è un gran peccato è soprattuto non capisco questa incompatibilità. Ho anche letto che una volta variato il knox a 01 non è più possibile usare SamsungPay, altra funzione se e quando arriverà che userei molto.

    • Chry

      Se usi il lettore non ti conviene procedere anche se basta flash are il firmware originale e il lettore torna a funzionare. Se sei interessato in futuro a Samsung Pay allora resta stock. Per ora non ci sono altre alternative purtroppo. Il lettore puoi sempre ripristinarlo con questa procedura ma se effettui il root in un altro modo perdi sia la possibilità di usare Samsung Pay che ripristinare la garanzia.

  • Max77

    Funziona anche Adam Kernel di wanam e altri custom kernel, non è obbligatorio utilizzare unikernel.

    • FoX

      l’unikernel è quello più consigliato visto che va bene per entrambi i gs6
      poi è anche il meno invasivo..

    • Chry

      Per ora che conosco io gli unici kernel che si possono utilizzare con questa procedura in modo che know non scatti sono due. Uno è Uno kernel e l’altro è Alex kernel 1.2

  • Donato

    e ki ha già knox a 1 è destinato a far morire la garanzia??…queste soluzioni escono sempre troppo tardi…peccato ke s6 di default fa davvero skifo se no avrei aspettato….

    • Chry

      Che faccia schifo di default è un tuo parere e secondo me per quello che costano vale sempre la pena aspettare. In tutti questi anni si è visto che in un modo o nell’altro si sono sempre riusciti a rootare tutto i tipi di telefoni con Knox o non knox. È una questione di scelte

  • Tersicore1976

    Trapelato da un centro Samsung? Rilasciato da un addetto che lavora in un centro Samsung a cui avranno fatto qualche torto 🙂 Speriamo ne facciano tanti a tanti tecnici, così abbiamo un Bootloader sbloccato per almeno tutti i Top… Comunque resta il fatto che con un Bootloader del genere in giro, gli Hacker di lunga data (GeoHot per primo) vedendo le differenze tra le due versioni, un modo per non far scattare Knox lo avrebbero trovato.
    Oggi non ci sono più “Hacker” nel mondo Android: ma cuochi, o i “classici” realizzatori di recovery, Root con Knox 0x1 ecc…

    • Il fatto è che la frammentazione non aiuta neanche i cuochi. Prima c’erano 2-3 modelli di riferimento, oggi è un invasione ed escono continuamente ogni tot di mesi.

    • Tersicore1976

      Si, OK, ma credo che il funzionamento di Knox, a meno di aggiornamenti di falle del Bootloader, sia uguale per tutti no? Quando uscì l’Hack di GeoHot, c’era una falla nel Kernel… Quello che io intendo è: se è possibile analizzare il Bootloader “con Knox” e quello “senza Knox”, forse un “genio” come GeoHot, oltre a dirci come funzionava, magari era in grado di resettarlo…Non c’è sicurezza, però ad oggi ancora nessuno ha spiegato dove risiede il 1×0 di Knox… Prima dicevano che c’era un chip che una volta scritto, basta, non si poteva più resettare… bhè, non ebbra ce ne sia traccia… Il fatto secondo me non è tanto la frammentazione, ma il fatto che ci sono tante case e modelli, e se non si riesce a sfondare “come nome” per aver hackerato un Galaxy si passa ad altro…

    • fra

      Ora che note 4 è arrivato a lollipop 5.1.1 poterebbe usare questo metodo x ottenere root senza far scattare knox?

  • ilVise

    Ciao, io avevo i permessi di root poi li ho tolti con l’apposito tasto di supersu, però non ho mai reinstallato il firmware originale per cancellare tutte le tracce. Consigliate, prima di eseguire questa procedura, di installare il firmware originale o partire subito da questa posizione?

    • Chry

      Io ti consiglieri di partire da un’installazione pulita. Firmware 5.1.1 del tuo s6edge e dopo seguì la procedura e avrai telefono con root,kernel modificato e recovery modificata con Knox 0x0

    • ilVise

      Grazie ✌

    • Chry

      Di Nulla

  • Alfredo B

    Ciao, avete invertito i links per le recovery TWRP del 925 e del 920…

  • dante801

    salve volevo chiedervi se dopo questa procedura installo una rom cucinata che ha il proprio kernel e non l’unikernel scatta il contatore?

    • Chry

      Ci vuole sempre insieme universale e lo devi flash area prima di aver fatto il primo riavvio della rom. In poche parole ogni rom che flash la devi accompagnare con universale e deve fare il primo riavvio col medesimo kernel altrimenti know salta

    • dante801

      Ok capito ti ringrazio per la risposta!

    • Chry

      deve avere un kernel costruito per lavorare con il bootloader di ingegneria 5.0.2 quindi meglio se usi unikernel

  • Matteo Sterzi

    come mai il bootloader è soprannominato 5.0.2?

    • Ropbert

      beh è scritto il perché dovresti leggere bene le avvertenze se non sei così esperto

    • Chry

      non è un soprannome è perchè deriva dalla versione 5.0.2 per questo se effettuerai questa procedura perderai l’uso momentaneo del lettore d’impronte. Solo finchè non ritornerai tutto stock

  • Fabio Cocciolo

    Quando ho comprato l’s6 era un S6 G920fd … Poi ho messo il firmware italiano . posso seguire questa guida ?

  • Luca

    non più funzionante ?

  • Marcantonio Manicone

    Posso installare delle Custom Rom rimanendo sempre con KNOX a 0?

  • Fabrizio

    ciao ho appena comprato un s6 ma la mia rom è OKN , è sempre valida questa guida???