twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mar 072014
 

Il kernel modificato più famoso per i Galaxy è sicuramente il Siyah Kernel (ormai abbandonato dall’autore per problemi di tempo), ma su Xda sono diverse le alternative che cercano di migliorare spremendolo al massimo questo importante componente del sistema operativo.

Tra i più validi ad oggi in circolazione per il Galaxy S3 ed il Note 2 troviamo il Devil Kernel di DerTeufel1980, uno sviluppatore noto fin dai tempi del Galaxy S per i suoi ottimi lavori.

devil-kernel-galaxy-s3-note2

Il Devil Kernel è in grado di supportare sia firmware originali Samsung con TouchWiz che rom cucinate di tipo AOSP, indipendentemente dalla versione android posseduta (Jelly Bean 4.3 o Android 4.4 KitKat).

L’ultima versione disponibile, la Devil3.4, contiene al suo interno addirittura parti provenienti da kernel Linux molto più recenti rispetto a quelli previsti dalla Samsung per i Galaxy S3 e Note 2, come ad esempio quelli appartenenti alle serie 3.4 e 3.13.

I miglioramenti apportati dal Devil Kernel sono diversi:

ottimizzazione CPU, Ram, I/O e gestione rete
– miglior controllo consumo energetico
– driver WiFi Samsung aggiornati dal Note 3
– zswap
– cpu boost driver
– possibile overclock
– controllo led e pulsanti soft touch
– modifica voltaggio CPU e GPU
– ottimizzazione parametri schermo e colori
– ottimizzazione parametri motore audio

Molte di queste impostazioni possono essere personalizzate direttamente dall’utente grazie all’app creata dallo stesso DerTeufel1980 chiamata DevilTools [link download].

devilstool (3) devilstool (1) devilstool (4)

Le caratteristiche più interessanti del Devil Kernel sono in particolare tre (da attivare con apposite procedure).

La prima è quella del Dual Boot, che permette all’utente di per poter usare sullo stesso telefono ben due rom differenti.
Per poter abilitare il dual boot con il Devil Kernel è necessario installare la recovery preparata dall’autore stesso.

dual-boot-devilkernel

L’altra caratteristica è invece il nuovo file system f2fs, molto più veloce rispetto all’ext4 predefinito di android.

Infine abbiamo anche la funzionalità Touchwake (da attivare attraverso l’app Devil Kernel) che permette di risvegliare il telefono dallo standby con un semplice swipe da sinistra a destra sullo schermo (proprio come lo Slide2Wake del Siyah Kernel).

devilstool (2)

Per sapere come installare il Devil Kernel vi rimandiamo alla nostra Guida installazione di un Kernel modificato sui Samsung Galaxy (usare la procedura da recovery modificata).

Trovate i pacchetti del kernel direttamente presso le discussioni ufficiali di Xda:

 

Per apprezzare fin da subito i benefici del Devil Kernel non è richiesta alcuna modifica dei parametri predefiniti previsti dall’autore, ma prima di installarlo è sempre bene documentarsi ed effettuare un nandroid backup.

 

si ringrazia per la segnalazione Gieffe22