twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Ott 192014
 

Per chi non le conoscesse le Dashcam sono delle vere e proprie telecamere che si montano sul cruscotto o sul parabrezza dell’auto per monitorare tutto quello che avviene durante la guida su strada.

dashcam-android

Uno strumento quindi più avanzato delle classiche black box, molto diffuso soprattutto nei paesi dell’est dove viene utilizzato dagli automobilisti per tutelarsi in caso di tamponamenti comportamenti scorretti da parte di altre persone, evitare frodi assicurative, documentare sinistri e ogni altro tipo di minaccia che può presentarsi durante un viaggio in auto.

Ecco un video di esempio:

Di seguito vi proponiamo quelle che riteniamo le cinque migliori applicazioni gratuite presenti sul Play Store che possono aiutarvi a trasformare il vostro smartphone android in una vera dashcam.

Le caratteristiche più comuni a questo tipo di programmi sono:

  • registrazione continua o ciclica dei video
  • salvataggio a spezzoni (durata impostata dall’utente), con eliminazione automatica dei file più vecchi per preservare lo spazio in memoria
  • salvataggio automatico in caso di collisione o frenata brusca (rilevato dai sensori, potrebbe non essere preciso)
  • segnalazione della velocità ed eventuale registrazione dei parametri gps
  • funzionamento anche in background
  • informazioni varie sulla velocità, tempo di viaggio, longitudine e latitudine, satelliti, ecc…

 

DailyRoads Voyager | Download Play Store

DailyRoads Voyager

 

AutoGuard Blackbox | Download Play Store

AutoGuard Blackbox

 

AutoBoy DashCam | Download Play Store

AutoBoy DashCam

 

Road Recorder Download Play Store

 

CaroO FreeDownload Play Store

CaroO Free

 

Tutti i programmi proposti sono gratuiti, ma sono disponibili anche in versione Pro che, dove presente, eliminano la pubblicità e aggiungono ulteriori funzioni.

Segnaliamo però che l’utilizzo delle DashCam non è consentito in tutti i paesi europei. In alcuni inoltre i filmati prodotti non sono considerati affatto come una prova valida.

 

  • paolo

    Finalmente un applicazione che potrebbe essere davvero utile!!!!!! certo i Samsung toccherà attaccarli all’accendisigari..per via della batteria..però ottima!!!

    • Knox

      Certo perchè gli altri smartphone invece durano 12 giorni….ma perchè ci deve sempre essere il cretino di turno che dice la cavolata tanto per sparare a zero?!…anche la domenica!…

    • paolo

      Innanzitutto cretino glielo dici a tuo fratello!!!!! primo!!! e secondo i Samsung fino S3 ma anche qualche S4 soffrono di batteria e non lo dico io..e terzo io sono un piccolo poveraccio possessore di un S3 ma che ha sempre avuto Samsung per ALTRI cento ottimi motivi, che non si può permettere di spendere 600 euro per S5 che è quello che ha una durata decente!!!!!!

    • ginlucks

      Da possessore di s5 ( ma anche vedendo il note 2 di un mio amico) posso dirti che forse non sei correttamente informato…

    • Lever

      Infatti…ma ha scritto giusto per dire qualcosa contro Samsung..ignorarlo è la cosa migliore.

    • ginlucks

      Rispondo invece perché sono all 11% di batteria (nonostante le 14h e 43 minuti dall accensione) e devo scaricarla del tutto prima di metterlo in carica 🙂

    • paolo

      Con quale dispositivo???????????????????un S5!!!!!!!!!!!! ma io i soldi per un S5 non li ho..se me li vuoi dare tu me lo compro!!!!

    • ginlucks

      No per favore non fare l’elemosina per un cellulare…
      Il tuo commento era completamente sbagliato perche primo parli di samsung come se gli altri dispositivi meno recenti non soffrissero dello stesso problema secondo perche gli smartphone piu moderni e non solo quelli da 500 euro hanno una durata della batteria molto piu elevata dei cellulari di due anni fa. Terzo perche se mi parli dei samsung, (quindi tutti ) io ti porto ad esempio i dispositivi per cui cio che dici non e vero.
      Se vuoi prendi queste informazioni e fanne tesoro altrimenti saprai certamente la via

    • paolo

      Si è proprio cosi.. hai ragione tu!!!!!

    • paolo

      informati tu bene..poi parli!!! Grazie
      Anche la batteria del mio tablet dura tre giorni!!!

    • ginlucks

      Scusa ma chi sei Chuck Norris che le stabilisci te le condizioni per parlare? 🙂 ma fammi il piacere va

      Poi che centrano i tablet se io ti parlo di s5 …lassa perde, e stata una giornata dura non ti sfogare su un forum

    • LucaS2

      Perché invece gli smartphone delle altre marche hanno la batteria infinita? ahah
      Di sicuro non uso queste app per andare a fare la spesa. Ma su un viaggio di qualche ora qualsiasi smartphone ha bisogno dell’accendisigari.

    • paolo

      Sicuramente la batteria dura di più.. prima di parlare fatti un giro per i vari siti di Android..e comunque da come parli vedo che sei proprio uno di quelli che mettono il tom tom acceso anche per fare il giro del palazzo

  • magari potreste aggiungere quale sia la migliore e per quali motivi.

  • masand

    Ci sono problemi dal punto di vista della privacy?

    • Niko

      Tantissimi.

      In Italia tale utilizzo sarebbe vietato, in realtà anche negli altri Paese. La
      Russia, ha incentivato tale prodotto a discapito della privacy, modificando
      tale legge che difende i diritti inviolabili dell’uomo.

      Ricordiamo a chi non lo sapesse che l’auto è una proprietà privata e credo che
      a nessuno piacerebbe che qualcuno vi inquadrasse mentre state sul vostro
      divano, in attesa che fate cadere un bicchiere o litigate con vostra moglie,
      ecc.

      Per essere a norma, queste “diavolerie” dovrebbero avere la capacità
      di oscurare in automatico tutti i volti che essa inquadra e ovviamente le
      targhe dei veicoli. In caso di sinistro, solo gli organi preposti e
      autorizzati, possono sbloccare tale oscuramento, salvo autorizzazione del PM.

      Mi chiedo chi ci “sta dietro” a tale sviluppo?

      E’ proprio vero che l’uomo si toglie i diritti da solo. Se
      ci dicessero apertamente che vorrebbero avere l’autorizzazione a controllarci,
      diremmo a voce alta di no. Ma siamo così
      stupidi a non accorgerci che in realtà gli permettiamo questo e altro, ogni
      volta che si va sui social network, o ogni volta che si scarica una
      applicazione.

      Provate a leggervi cosa autorizzate, mentre state per
      schiacciare per l’ennesima volta il tasto “accetto”.

    • Fausto

      in verità questi dispositivi nascono proprio per tutelare i diritti delle persone e difendersi dai funzionari pubblici come la polizia che in quei paesi (e non solo) si intasca le mazzette…
      nell’era dei culi nudi su facebook non mettiamoci a parlare di privacy

    • Niko

      Fausto, credo di aver articolato abbastanza bene la risposta all’utente masand, non puoi sminuirla in questo modo con l’affermazione “nell’era dei culi nudi su facebook non mettiamoci a parlare di privacy” , questo discorso va bene al bar.
      Se invece si vuol parlare seriamente, ti dico che dimentichi un aspetto giuridico fondamentale (scusa ,ma parlo da avv.)
      Su facebook vi è la volonta e consapevolezza dell’utente su cosa esso pubblica ed inserisce, assumendosi le responsabilità (ti invito a leggere le condizioni contrattuali che ha questo social network), cosa che invece non ci sta in questo caso.
      Tu conducente, arbitrariamente decidi di violare la mia provacy.
      Siccome in questo paese esiste ancora (spero per molto) la nostra Amata Costituzione, ti invito a leggere dall’art. 13 all’art 16.
      Quindi per restare a parità di diritti, dovrei anche io avere la possibbilità di inquadrare il tuo veicolo e i suoi conducenti. Ti pare?
      Ti faccio un esempio più semplice:
      Poniamo che tu hai la Dasch cam, inquadri un sinistro stradale. In quella inquadratura ci sta un terzo veicolo che se ne andava a spasso con la sua amante. Il Tuo avvocato, fa una visura e lo intima alla testimonianza. La moglie lo viene a sapere e succede che i due divorziano.
      A parte il fatto che per fortuna non esiste nella procedura civile, ma tu pensa che danno morale ed esistenziale hai fatto a quell’uomo che si troverebbe a citare voi.
      Morale, per fortuna in Italia i Giudici non acqusiscono certe immagini come valore di prova, cosa che invece vorrebbero fare le lobby assicurative e bancarie e noi lo faremo gratis…senza che ce lo chiedono, solo perchè voglio fare il figo con la Dash cam sul cruscotto o sulla cappelliera posteriore.

    • efisio

      Non sono affatto d’accordo con te.

      Pensa a quante riprese vengono fatte o quante foto vengono scattate in qualsiasi via o piazza italiana ogni minuto: S. Marco a Venezia? di Spagna a Roma? dei Miracoli a Pisa? del Duomo a Milano? Piazzetta a Capri?
      Secondo te, sono tutte illegali perchè ho ripreso i volti di qualche centinaio di passanti? E se qualcuno di questi ha l’amante sotto il braccio, è colpa mia ad averlo ripreso involontariamente o colpa sua che se ne va in giro convinto che nessuno lo scopra?

      Suvvia, la privacy è invasa quando violo il domicilio, la corrispondenza privata, i dati personali sensibili, ecc. Basta leggere il D.Lgs. 196/2003 (Testo unico sulla privacy) per capire che questi software sono totalmente legali in Italia.

    • Niko

      ti sei risposto da solo…la privacy è quando violo il domicilio….l’auto è considerata una “privata dimora”. Ci sono sentenze della Cassazione che parlano chiaro. Infatti, salvo in casi speciali, nemmeno le Forze di Polizia possono perquisire la tua auto.
      Odio fare il professorino, ma se non sapete non parlate…
      Cosa centrano le foto che fai in strada

    • efisio

      L’auto non ė affatto dimora privata: infatti per legge ė vietato oscurare completamente i vetri perché chi ė alla guida deve essere sempre visibile e identificabile. Le perquisizioni in auto sono legittime, mai successo che ti chiedessero di aprire il baule (e non solo a un posto di confine), magari i semplici vigili per controllare triangolo o catene a bordo? Sei sicuro di vivere in Italia? Si possono fotografare tutte le targhe che vuoi, basta non farne uso illecito e quello dei cam recorder per uso privato non lo ė!

    • Niko

      L’auto è una privata dimora. I vetri oscurati “IN ITALIA” ESISTE L’OBBLIGO SOLO DI TENERLI TRASPARENTI ALL’ANTERIORE , mentre ai posteriori fai quello che vuoi. Ripeto, in Italia. Le Forze di Polizia, ti invitano ad aprire il cofano e mostrargli le catene o altro, ma non sono tenuti alle perquisizioni, infatti in caso di insistenza e senza un mandato, vi è una vera e propria “violazione della proprietà privata”.
      Fidati.

    • Mary

      Credo che Niko ha perfettamente ragione. Sono un avvocato anche io e comprendo ciò che sta scrivendo.

    • Marco

      Il problema non è che quello che state dicendo possa essere sbagliato. Il problema è che state dicendo cose corrette. E il problema è nelle nostre leggi, garantiste in modo assurdo, soprattutto con i farabutti.

    • Filippo

      Un avvocato che scrive “credo che niko HA perfettamente ragione” ????
      Eri in croazia con il trota quando a laurearti?

    • Ginulfo

      E come la mettiamo con i controlli di polizia ai posti di frontiera? Ti assicuro che perquisiscono, e anche molto bene.
      E come la mettiamo con le telecamere da strada (banche, palazzi, ecc.) che inquadrano i passanti, i quali non sempre sono avvisati che l’area è sottoposta a controlli video? Tutto illegale? Non credo…

    • Marco

      Bravo…. hai proprio centrato il problema: con il tuo esempio hai dimostrato che la privacy serve per tutelare solo chi ha qualcosa da nascondere. Se invece di andare in giro con la sua amante se ne fosse andato in giro con la legittima consorte, non ci sarebbero stati problemi.
      Quindi non diamo la colpa agli altri del fatto che vengano evidenziate le nostre azioni SBAGLIATE.
      Ma se sei un avvocato dovresti saperlo molto bene: le leggi italiane sono fantastiche per tutelare farabutti, chi ha fatto qualcosa da nascondere e chi non ha nulla da perdere. Ma per tutelare le persone per bene, sono inadatte.

    • uscitasilenziosa

      perfetto

    • Guido

      “Il Tuo avvocato fa una visura e lo intima alla testimonianza…”
      Chiedo scusa, ma se c’è un filmato che senso avrebbe chiedere anche una testimonianza?

    • david

      – il paragone con la persona sul divano, non regge proprio.
      1. se sono sul divano, litigo o faccio cadere un bicchiere, resta a casa mia perché nessuno può vedere o filmare da fuori. a meno che non lascio volutamente porte e finestre spalancate.
      2. se sono in macchina invece sono all’aperto, in pubblico, sono visibile da tutti gli altri automobilisti e da tutti i passanti.
      3. in ogni caso, il cellulare filma da dietro, si vede l’auto davanti e il conducente (e gli occupanti) non si vede! non siamo in csi… se l’auto non è vicinissima si vede a malapena la targa, certamente non si vede il riflesso del conduccente attravverso lo specchietto retrovisore….!

      – seguendo questo ragionamento, se io turista vado a ….. (firenze, roma, ovunque) e faccio qualche foto o video e riprendo delle auto, vengono ad arrestarmi?!
      e tutte le auto che si vedono tutti i giorni nei film? nei tg?? e quando fanno vedere la situazione in diretta delle autostrade? o quando fanno interviste?

      qualche moglie potrebbe riconoscere l’auto del marito in diretta e denunciare il direttore del tg?! o il regista del film?

      – se io riprendo il mio viaggio, non è di sicuro per pubblicarlo su internet o mandarlo in tv.
      mi serve in caso di incidente, e non vado a cercare le persone non coinvolte.

      io sono assolutamente per la privacy, ma in questo caso non ci vedo proprio nessuna violazione.
      soprattutto con tutti gli incidenti e i morti che ci sono, fosse per me abiliterei pure l’opzione “invia alla polizia” nel caso si riprenda auto che vanno a velocità folli o fanno manovre pericolose!

      sei in un luogo pubblico e se vuoi tradire tua moglie, problemi tuoi!

      ps e se l’incidente coinvolte l’auto del fedigrafo, che si fa…?
      non si coinvolte l’assicurazione per non far saltare la sua copertura?!??
      si fa finta di niente se no poi la moglie chiede spiegazioni sul perché era lì a quell’ora???

    • Alpha Centaury

      Dipende dall’uso che se ne fa, la cam è come un terzo occhio che registra in parte quello che vedi tu da dentro la tua auto, l’importante è mantenere tali dati per se e non divulgarli.

  • david

    in effetti sarebbe utile sapere le caratteristiche in più o in meno di ogni app rispetto a quelle “standard”…

    “l’utilizzo non è consentito in tutti i paesi europei” e “in alcuni non sono considerati come prova valida”: e in italia?

    • Mauro

      in Italia non sono vietati e se lo fossero penso comunque che lo avrebbero specificato altrimenti non aveva neanche senso parlarne

    • david

      vietati no, ma sono ammissibili come “prova”?

    • LucaS2

      Ti sei già risposto da solo. Se sono vietati… in teoria tu non dovresti neanche essere in possesso di quella prova.

    • david

      “in italia non sono vietati”
      “vietati, no” (non sono vietati) “ma sono ammissibili come prova?”

      possono non essere vietati ma non essere comunque utilizzabili come prova.

  • Mauro

    Io avevo un Garmin Dash Cam 20 poi si è rotto e ora utilizzo AutoGuard Blackbox
    Considerate che il mio GArmin l’avevo pagato più di 160 € !

  • carloccccrl

    con un uso continuativo (percorso casa-lavoro-casa 5giorni su 7) il sensore non ne risente?

    • Max Riley

      Il sensore è una cosa meccanica che è sempre in movimento, indipendentemente che il segnale elettrico venga poi inviato o meno. Quindi la risposta alla tua domanda è: no. Spero di esserti stato utile.