twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Come costruire il JIG per il Galaxy S e Galaxy S II

 

 

In questa guida scritta da bocao vedremo come costruire il JIG per il Samsung Galaxy S e Samsung Galaxy SII.

Il jig non è altro che un semplice connettore micro usb dotato di una resistenza da 301 kiloohm che ci permette di poter entrare in download mode nel caso in cui il nostro Galaxy S o Galaxy S II sia brikkato.
Per quanto riguarda il Galaxy S2 il jig è utile anche per azzerare il contatore delle rom cucinate e togliere il relativo triangolo giallo di attenzione che appare durante il boot del telefono (per maggiori informazioni leggere Alcune avvertenze su root, installazione rom cucinate e utilizzo di odin).

 

Ecco i materiali occorrenti per la costruzione del JIG:

 

  • Alimentatore con spinotto Micro Usb tipo B reperibile in qualsiasi negozio o ambulante cinese. Controllate che l’involucro di plastica dello spinotto possa essere aperto in due parti facilmente e che il connettore entri senza alcuna forzatura nel telefono. Il prezzo si aggira intorno ai 3 euro circa.

     

     

  • Per ottenere una resistenza da 301 kilhom possiamo usare 3 resistenze da 100 kiloom (colori marrone/nero/giallo – oro tolleranza) e una da 1 kiloohm (colori marrone/nero/rosso – oro tolleranza), oppure 2 da 150 kiloohm (colori marrone/verde/giallo – oro tolleranza) e una da 1 kilohm (colori marrone/nero/rosso – oro tolleranza). Per quanto riguarda i watt vanno bene anche resistenze da 1/4 di watt o 1/8 (quest'ultima è più piccola).
    Ovviamente potete usare anche altre combinazioni, ma assicuratevi in questo caso che la tolleranza (quella oro corrisponde al 5%) non sia troppo elevata altrimenti i valori delle resistenze possono allontanarsi facilmente da quelli di 301 kilhom. Con una tolleranza più bassa (es. viola o blu o verde) si potrebbe tentare anche con un'unica resistenza da 300 kiloohm. 
    I più esperti possono utilizzare anche resistori SMD. 

     

    clicca per ingrandire

    clicca per ingrandire

  • Un saldatore, anche a basso wattaggio, e un po' di stagno.
     

     
  • Un cutter.

 

Procediamo ora con la costruzione del nostro jig:
 

  1. Tagliare lo spinotto micro usb dell'alimentatore
     

     
  2. Tagliamo con un cutter nella parte laterale l’involucro di plastica del connettore in modo da separare le due parti senza danneggiarle e cerchiamo poi di tirare fuori il connettore vero e proprio senza danneggiare i contatti posteriori.

  3. Mettere in serie le resistenze per cercare di ottenere una resistenza unica dal valore di 301 kilhom. Stiamo inoltre attenti a non danneggiare le resistenze con il calore del saldatore. 
    Nell'immagine seguente vedete un esempio utilizzando 3 resistori da 100 kiloohm + 1 da 1 kiloohm e 2 resistori da 100 kiloohm + 1 kiloohm.  

     

     

  4. Una volta fatto possiamo procedere a saldare i due capi della resistenza (in gergo chiamati reofori) rispettivamente ai pin 4 e 5 del connettore microusb.
    Quindi guardando da dietro il connettore e rivolgendo le linguette verso l'alto si tratta dei primi due pin.

     

     

     

  5. Un consiglio, a lavoro finito ricontrollate se per caso è presente una scolatura di stagno o avete unito pin sbagliati. Poi mettete un po di colla a caldo per impedire che i pin fra loro possano andare in corto.
    Fatto questo potete provare a richiudere il connettore microusb con le resistenze all'interno dell'involucro di plastica che abbiamo separato all'inizio.
    Il risultato del nostro lavoro lo vedete nell'immagine in basso. Se non siete stati così precisi con un po' di fantasia è possibile avere ugualmente un bel jig usb.  

     

 

Per chi avesse già letto la guida sul cavo OTG avrà notato che i collegamenti del pin 5/4 sono identici a quel cavetto.  Vi chiederete allora se è possibile riutilizzarlo anche in questo caso. La risposta è assolutamente no, perche la procedura che facciamo quando andiamo in download mode è diversa da quando il device e' acceso.
Quindi attenzione perche utilizzando il cavetto usb otg in downloadmode potremmo fare qualcosa a nostro discapito.

 

 

Attenzione!
Tutti i diritti appartengono ai rispettivi proprietari.

 
  • Has

    Su ebay il Micro USB Dongle Jig costa 1 euro compresa la spedizione…

    • Nicola

      dove mi passi il link

  • Moreno

    Vale anche per S$?
    Grazie

  • Massy97

    Perché invece si fa solo 2 resistenze una da 300Kohms(Arancio – Nero – Giallo – Oro)e una da 1Kohms (Marrone – Nero – Rosso – Oro)?

    • Craco

      Perche' normalmente non si trova la resistenza a 300 Ohm ma quella a 330.

      E poi collegandone tre da 100 in serie minimizzi l'errore dovuto alla tolleranza.

  • Andrea

    veramente lo massimizzi lol, perchè si sommano gli errori di tolleranza delle tre resistenze.

  • Andrea

    PS ma usare un semplice trimmer no vero?

  • riccardo

    Il jig va bene anche per il galaxy tab 8.9

  • TheMaurix

    Veramente l'errore di tolleranza non cambia, visto che è espresso in percentuale!

  • Andrea

    @TheMaurix

    Ah si?! ahahah. Allora spiegaci un po che significa esprimere in percentuale l'errore e se prendi due dispositivi con errori in percentuale cosa succede nell'inserirli in cascata!

    Vai un piccolo ripasso di automazione o sistemi, o meglio misure e spiegaci perchè pensi di aver ragione (che ti anticipo non hai xD)

    • Gianluca

      Se i valori sono distribuiti in maniera uniforme rispetto al valore nominale, statisticamente si può prevedere che più resistori vengono usate per ottenere un determinato valore, più il valore risultante si avvicinerà a quello nominale.
      Ad es. un resistore da 100kOhm 5% ha una resistenza effettiva compresa tra 95 e 105kOhm; uno da 10kOhm ha una resistenza effettiva compresa tra 9,5 e 10,5kOhm. 10 resistori da 10kOhm nominali, avranno ad es. valori effettivi (metto valori a caso):
      9,6 9,8 10,1 9,7 10,5 10,0 10,4 10,1 9,7 9,9
      Ora faccio la somma: 99,8, cioè con 10 resistori al 5% ho ottenuto un errore finale dello 0,2%!
      Comunque, sicuramente il resistore da 1kOhm non è determinante. Se serve una tolleranza stretta, data la tolleranza degli altri resistori non è detto che quel kOhm in più porti al valore esatto! Bisognerebbe sapere quale è la tolleranza ammessa e poi misurare il valore complessivo con un multimetro digitale affidabile (non dico un Fluke, ma nemmeno uno cinese da 5€)