twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Feb 172015
 

Il PIT (Partition Information Table) è una particolare area della memoria interna che viene utilizzata dalla Samsung per definire la struttura di tutte le partizioni presenti nei suoi dispositivi mobile come smartphone, tablet e anche smartwatch (in passato veniva utilizzato il formato l’OPS, ossia Odin Partition Script).

clicca per ingrandire
contenuto pit file

Le informazioni contenute al suo interno variano di modello in modello e in alcuni casi anche in base al paese di destinazione.

Normalmente l’utente non ha alcun bisogno di modificare il PIT del proprio telefono, ma in alcuni casi come quello della sbrandizzazione di alcuni recenti dispositivi della serie Galaxy è l’unica soluzione possibile per riuscire a cambiare il firmware (leggi approfondimento).

Purtroppo non è possibile trovare sul web archivi che raccolgono tutti i file di PIT originali utilizzati dalla Samsung, per questo motivo l’unico modo per ricavarlo è quello di estrarlo direttamente dal proprio dispositivo.

Le procedure possibili sono diverse, di seguito vi indicheremo quelle più semplici, tra cui anche una che non ha bisogno dei permessi di root.

Anche se la procedura di estrazione di un PIT non è affatto pericolosa, è invece altamente sconsigliato utilizzarlo se non si sa bene quello che si sta facendo e se non si è sicuri della provenienza del PIT.

guida-pit-galaxy

PROCEDURA 1 – NO ROOT

L’unica procedura possibile che permette di estrarre il file di PIT dal proprio telefono senza richiedere i permessi di root è quella messa a disposizione dal tool Heimdall.

Purtroppo l’ultima versione del tool disponibile, la 1.4.0, non è ancora compatibile con il Galaxy S5 e pertanto chi possiede questo dispositivo non riuscirà ad utilizzarla.

  1. Scaricare l’ultima versione di Heimdall disponibile sulla pagina del sito ufficiale.
  2. Installare il pacchetto scaricato sul proprio computer (su Windows basta semplicemente estrarre l’archivio .zip)
  3. Avviare il file heimdall-frontend.exe presente all’interno della cartella di Heimdall e cliccare sull’ultimo tab Utilities.
    heimdall-pit-file-1
  4. Ora mettere il telefono nella modalità Download e collegarlo al computer.
  5. Cliccare sul pulsante Detect e assicurarsi che il dispositivo sia stato riconosciuto.
    Sul campo Output deve apparire la scritta Device detected.
    heimdall-pit-file-2
  6. Cliccare sul pulsante Save As… e scegliere il percorso in cui deve essere salvato il file di PIT.
  7. Avviare la procedura di estrazione cliccando sul pulsante DOWNLOAD e attendere qualche secondo.
  8. Se tutto va bene al termine dovrebbe comparirvi la scritta PIT file download successful e nel percorso scelto al punto 6 dovreste trovare il vostro file di PIT.
    heimdall-pit-file-3

 

PROCEDURA 2 – ROOT OBBLIGATORIO

Una valida alternativa, ma che purtroppo richiede i permessi di root, è quella di utilizzare il tool EFS Professional di lyriquidperfection.
Per poterlo usare oltre al root è necessario avere sul telefono anche Busybox e la modalità DEBUG USB attiva.

  1. Scaricare il tool EFS Professional (disponibile solo per Windows) dall’allegato in fondo alla pagina del progetto su XDA.
  2. Estrarre l’archivio .zip sul proprio PC ed avviare il file EFS Professional.exe contenuto all’interno.
  3. Nella prima schermata cliccare sul pulsante EFS Professional e cliccare su OK sul messaggio di avviso.
    efs-professional-pit-1
  4. Collegare il telefono al PC assicurandovi che sia acceso.
    efs-professional-pit-2
  5. Il tool dovrebbe iniziare la fase di riconoscimento e se è tutto va bene alla fine vi verrà restituito il messaggio EFS Professional is ready for use (se richiesto ricordatevi di confermare sul telefono i permessi di root e la modalità debug usb).
    efs-professional-pit-3
  6. Entrare nel tab Samsung Tools e dal menù a tendina Other Tools scegliere Extract Device’s PIT File.
    efs-professional-pit-4
  7. Per avviare la procedura di estrazione cliccare sul pulsante Execute.
    La procedura durerà solo qualche secondo.
    efs-professional-pit-5
  8. Il vostro file di PIT verrà salvato in automatico all’interno della sottocartella PIT della cartella EFS Professional.

 

Coloro che volessero collaborare alla creazione di un archivio possono inviarci il file di PIT del proprio dispositivo (specificando codice prodotto e firmware), in modo da favorire anche le operazioni di sbrandizzazione e rebrandizzazione dei Galaxy (in particolare il Galaxy S5, il Note 4 e il Tab 4).