twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Dic 082016
 

Arrivano nuove conferme su quello che sarà il prossimo Galaxy S8.

Proprio come sostenuto da altre fonti, anche per gli informatori del portale Bloomberg Samsung punterà su un design totalmente diverso da quello che ci ha abituato con i suoi smartphone Galaxy, basato su uno schermo SuperAmoled che avvolgerà quasi tutta la parte frontale.

immagine di esempio, non reale
galaxy-s8-concept

Per ottenere questo verranno però sacrificati i pulsanti fisici, sostituiti da quelli virtuali situati nella parte inferiore del vetro (come nell’immagine nascosta nella nuova versione del browser Samsung?).

galaxy-s8-no-tasti

Il Galaxy S8 dovrebbe quindi presentarsi quasi privo di bordi come l’ultimo smartphone della Xiaomi, il Mi Mix.

xiaomi-mi-mix-bordi

Una scelta coraggiosa da parte di Samsung, che per evitare problemi simili a quelli capitati con il Note 7 avrebbe adottato procedure di test molto più severe e rigorose. Proprio per questo la stessa fonte parla di un possibile avvio della commercializzazione nel mese di aprile anziché marzo.

Nessun accenno invece all’assenza della porta per il jack audio da 3,5 mm come riportato qualche giorno fa dalla fonte interna del sito sammobile.com.

  • Tersicore1976

    Proprio quello che avete scritto mi lascia un po perplesso: Note 7 non ha un design così “aggressivo” come vogliono far credere, per cui i problemi della batteria sarebbero legati ad “una forma troppo spinta” che ha portato problemi nel vano batteria… Di fatto è come un S7… Questo invece è un prodotto molto più rivoluzionario. Se non sono stati in grado di progettare correttamente un Note 7 simil S7, adesso vengono fuori con una rivoluzione del design per questo Galaxy S? Vetro curvo, quasi completamente a coprire la scocca, niente pulsanti fisici, sensore ottico sotto il vetro, scansione dell’iride… Secondo me troppa roba… Stanno rischiando molto: ogni insignificante problema verrà ingigantito a “ricordo del Note 7”: i giornali e i Blog faranno a gara a trovare titoloni per piccoli difetti, per avere “click”… E sarà gioco facile dopo il disastro con Note 7 (che per inciso il disastro è la mancata commercializzazione e il non avere capito a distanza di mesi dove stava il problema).

    • andrea55

      La situazione è differente, Note 7 fino a due mesi prima del lancio era nato Flat poi è stato fatto un cambio in favore dell’Edge.
      Ne consegue che la batteria e gli spazi fossero progettati per il flat e non per l’edge, da li il problema.
      S8 è nato così ed è stato progettato così

    • Tersicore1976

      Solo perché è emerso un prototipo di Note 7 “Flat”, non vuol dire che Samsung non avesse già in mente di produrlo così. In due mesi non fai neppure i test di base. Non hanno cambiato nulla al volo. Se il problema del Note 7 è il vano batteria troppo stretto, vuol dire che l’hanno progettato troppo sottile, perché la batteria non arriva a toccare il bordo “curvo”. Probabilmente è il design simmetrico, cosa che non hanno gli altri prodotti “curvi” che ha reso il Note 7 troppo sottile. E comunque la progettazione è avvenuta nei soliti tempi. Non tutti i Note 7 “bruciano”. Bruciano una percentuale troppo alta di prodotti, per questo è stato ritirato. E che possa succedere di nuovo una cosa del genere su un design portato all’eccesso, non mi stupirei. Infatti per fare altre prove, uscirà ad Aprile, nei soliti mercati probabilmente, quindi da noi a Maggio. Prima erano troppo conservatori, S5 simile a S4, un Note 4 non entusiasmante rispetto al 3 ecc… Poi hanno dato una svolta un po troppo veloce secondo me. Sul nuovo Note, assente da un anno in Europa hanno pesante di “fare il botto”… E c’è stato davvero.

    • andrea55

      Si ovvio che il progetto dell’edge fosse pianificato ma fino a due mesi prima il modello scelto era il flat e quindi la maggior parte dei test e l’ottimizzazione delle componenti era stata fatta su quella base.
      Dipende dai punti di vista il problema è il vano batteria troppo stretto o la batteria troppo grande per il vano, batteria che era stata pensata per la versione flat.
      La percentuale non era affatto alta, poco più di 55 casi accertati su milioni di vendite.
      Questo è il motivo per il quale puoi fare tutti i test che vuoi ma per avere la probabilità di trovarne uno si dovrebbero testare oltre 300000 unità, un numero folle.

    • Tersicore1976

      Che abbiano scelto di vendere solo il dual edge è un conto. Che non sia stato progettato in “modo corretto” è un altro. Perchè potevano farlo anche sferico, ma la scelta di non mettere in commercio una variante non esula dal fatto che tutte le versioni dovevano essere pronte e testate una volta messe in catena di produzione. Se avessero scelto il flat, con lo stesso problema del dual edge, non sarebbe cambiato nulla…. Il problema lo avrebbe avuto lo stesso. Quello che si legge in rete sono congetture. Samusng aveva promesso una risposta in 3 settimane. Poi in due mesi. Ora entro l’anno. In verità non sanno cosa succede perchè i casi documentati nei solo USA sono stati oltre 130. Nel resto del mondo non è dato di saperlo. La percentuale è bassa, come hai detto, ma se l’hanno ritirato è perchè avranno fatto dei loro test interni che dimostravano la pericolosità del prodotto, e non si capisce il perchè non gli abbiano fatti prima. Il fatto che non venga commercializzato vuol dire che il problema non è risolvibile senza mettere mano pesantemente al progetto. E se per loro mettere un dual edge, sottile, con batteria da 3000 mAh è un “problema” non oso immaginare un prodotto rivoluzionario come S8… Già adesso si parla di Aprile-Maggio… Vogliono allungare i test? O stanno avendo problemi? Tanto non avremo mai una risposta sincera, non esiste nel mondo della “tecnolgia”.

    • andrea55

      Guarda che non sto difendendo nessuno, sto solo ragionando sui fatti e le teorie per trovare quella più verosimile, rqgioniamo ogni tanto invece di accusare a vanvera.
      Innanzitutto i 130 casi sono quelli riportati dai giornali, i casi accertati sono circa 55.
      È un dato di fatto che:
      -Il problema derivi dall’assemblaggio telefono-batteria
      -la batteria non abbia problemi
      -Un esiguo numero di dispositivi ha manifestato il problema quindi non è un difetto di progettazione.
      -Fino a due mesi prima della commercializzazione la variante scelta era la flat e quindi le batterie prodotte erano per quella variante.

      Sulla base di questi dati si può dedurre che per non dover riprodurre la batteria per il modello edge, il cui spazio interno è più ristretto (basta qualche decimo di millimero eh) in questo modo la batteria si è trovata in uno spazio ai limiti della tolleranza. Dato che pochi hanno manifestato il problema è logico pensare che il problema abbia origine in fase di assemblaggio.
      Veniamo ai test, come dicevo la probabilità è bassissima, puoi testarne quanti ne vuoi ma se il difetto non si manifesta non potrai mai prevederlo.
      Anche capire il problema è difficile, la probabilità è bassa quindi se è sano non ha il problema, se invece ha il problema va a fuoco e non portai mai sapere come era posizionata la batteria, se lo apri e lo richiudi se è sano è inutile, se aveva il problema potrebbe non averlo più dopo l’apertura, se va a fuoco si possono trarre conclusioni.
      Insomma non è così semplice.
      È stato ritirato dal mercato semplicemente perchè non sapevano quale fosse il difetto.
      La batteria del Note 7 era 3500 mah.
      La batteria di s8 e il suo vano sono progettati e nati l’uno per l’altro quindi non c’è nessun problema.

    • Tersicore1976

      Sono solo tue considerazioni. Non vengono certo da te (oggi) a dirti qual’è il problema del Note 7. Tutto quello che hai letto fino ad oggi non è nulla di “ufficiale”, sono solo congetture. Prima erano sicuramente le batterie. Cambiate quelle, è successo ancora. Si diceva fosse il circuito di controllo della carica, poi si è scoperto che non era quello. Adesso si dice che è il vano batteria a essere troppo piccolo, e tu dici che hanno progettato solo la batteria per la versione “Flat” e l’hanno poi inserita nella versione Dual Edge? Bhè allora è un errore di progettazione. E se fosse così sarebbe la ditta più “idiota della storia”: Non ha logica progettare due terminali e poi usare i componenti di uno da mettere nell’altro. Non venirmi a dire che erano indecisi fino a due mesi dalla commercializzazione quale versione produrre, e se anche lo fossero stati, ripeto: sono stati idioti a mettere una batteria studiata per un modello in un altro. Sopratutto leggiti i punti che hai espresso: sommali, o sottraili, e vedrai che il tuo risultato è che i Note 7 di fatto non hanno difetti, sono “bruciati” per caso, perché la colpa non è imputabile a nulla. Quindi Samsung ha ritirato un prodotto perdendo miliardi perché sono bruciati 55 cellulari su migliaia (milioni) di pezzi…? Io non credo. E’ più logico che il difetto sia multi-fattoriale, e che Samsung, dopo opportune verifiche, abbia concluso che commercializzare il Note 7 avrebbe portato ad altri casi. Come la giri la giri: è difetto di progettazione. Ogni terminale che è uscito, anche di Apple, ha avuto casi di batteria che si gonfiavano o esplodevano. Non hanno mai ritirato un terminale, che fosse uno. Non stiamo parlando di una decisione da “prendere” alla leggera. Sai quanti ne avranno discusso all’interno di Samsung? Dirigenti, progettisti, responsabili Marketing, azionisti. Se l’hanno ritirato è perché non era affidabile. Se non era affidabile e non potevano provi rimedio è perché il difetto era troppo esteso. Se fosse stata la batteria potevano ridurla, e metterne una da 2700, o 3000 come Note 5. Avrebbero perso la faccia? Ci sarebbero stati molti più utenti che non avrebbero mai saputo della diminuzione della capacità totale, di chi invece avrebbe “deriso” Samsung perché non era in gradi di mantenere i “numeri promessi”… Quindi avrebbero venduto lo stesso.

    • andrea55

      Se hai letto che i Note sono bruciati per caso hai letto molto male, l’ho detto all’inizio io NON GIUSTIFICO nessuno dico solo come potrebbero essersi svolti i fatti sulla base di dati reali.
      Per le batterie certamente avranno avuto anche la batteria della versione Edge ma a due mesi dalla commercializzazione molto probabilmente avevano già inviato gli ordini di produzione ed erano già stati prodotti molti pezzi era uno spreco buttare via tutto,
      nel vano ci stava, nei test andava tutto bene quindi l’hanno montata.
      Come la storia insegna da piccoli risparmi derivano sempre grandi catastrofi.
      Tu stesso hai detto che ancora Samsung non conosce la causa del problema, secondo te come avrebbero potuto ritirare i Note consapevolmente?
      Hanno ritirato i Note semplicemente per precauzione e perchè non conoscevano l’origine e l’entità del problema e come evitarlo sui pezzi futuri e così facendo hanno attenuato il danno d’immagine.
      Il difetto è di progettazione si verifica quando coinvolge un grande numero di modelli ad esempio il bend gate (punto debole nella scocca) o l’antenna gate (difetto nelle antenne), questo è un difetto casuale favorito dal paciugo che hanno combinato con la batteria.
      Probabilmente sarebbero bastati solo 50 mah in meno per risolvere il problema ma il problema è sempre quello, non sapevano/sanno dire quale fosse la causa perchè il problema è complesso da analizzare

    • V-man

      Fuori non è dentro e non ha la penna..

    • Tersicore1976

      Dico solo che se non sono in grado di progettare un vano batteria calcolando l’espansione della medesima, fossi in loro mi limiterei a fare il “compitino”… 🙂