twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 242017
 

Sarà il 28 gennaio la data in cui conosceremo nel dettaglio le caratteristiche dell’Exynos 8895, il chipset che insieme allo Snapdragon 835 troveremo all’interno della nuova generazione dei Galaxy S8.

Ad annunciarlo è la divisione semiconduttori di Samsung attraverso il network cinese Weibo, senza però svelare ulteriori informazioni su quello che sarà il suo prodotto di punta per l’anno 2017.

Ad oggi l’unica caratteristica certa dell’Exynos 8895 è il processo produttivo a 10 nanometri FinFET (Samsung è stata la prima azienda al mondo ad utilizzarlo), in grado di offrire performance superiori del 20% ed un’efficienza energetica migliore del 35% rispetto alla precedente generazione dei chipset a 14nm.

Al suo interno dovrebbe poi essere presente la potente GPU Mali G71 e il supporto alle memorie di archiviazione UFS 2.1.

E anche quest’anno l’Exynos dovrebbe essere il chipset che troveremo nelle varianti europee del Galaxy S8 (SM-G950F/SM-G955F), mentre quelle destinate agli Stati Uniti e Cina dovrebbero invece avere lo Snapdragon 835, sviluppato da Qualcomm in stretta collaborazione con Samsung proprio come era successo con lo Snapdragon 820.

E stando ad alcune fonti di Forbes e The Verge, per garantire un numero adeguato di scorte ai Galaxy S8, sarà proprio la società koreana ad avere inizialmente l’esclusiva di questo chipset, tanto da costringere LG e HTC a ripiegare per i loro prossimi smartphone di punta sullo Snapdragon 821 di precedente generazione.

 

via theandroidsoul.comtheverge.com

  • Massimo

    A me più che le prestazioni mi interessano i consumi. E speriamo che non ci siano differenze di funzionalità tra varianti americane ed europee

  • franky29

    Incredibile con questa esclusiva affossa definitivamente lg e HTC

  • Tiwi

    sempre preferito gli exynos sui samsung 😀 li trovo ottimizzati meglio da parte di samsung..e questo nuovo soc deve essere tanta roba..come pure l’835, di cui ho sentito parlare bene, e per il quale samsung, molto furbamente, si è garantito l’esclusiva, il che poi sicuramente limiterà i competitor 😀

  • Tersicore1976

    Cioè fanno il contrario di quello che hanno fatto fino ad ora? Se non ricordo male lo Snapdragon era per il mercato Europeo e l’Exynos per quello Asiatico. Insomma preferivano che i prodotti venduti “in casa” fossero equipaggiati con un Chipset fatto da loro. Comunque è sempre una grande rottura avere due SOC: per sviluppare il SO devi fare “due versioni” per ottimizzare il tutto. Ma gli conviene? E sopratutto: se ci saranno sostanziali differenze tra i due prodotti? I clienti non saranno contenti.
    Quale dei due SOC sarà più perforante e più parco nel consumo energetico?

    • Enrico Brossa

      Anche per s7 lo scorso anno è stato impiegato lo Snapdragon per USA e Cina ed Exynos per il testo del mondo.
      La versione Snapdragon aveva GPU più potente, quella Exynos era leggermente più veloce (CPU) e consumava meno, tutto sommato meglio la Exynos secondo me.
      Quest’anno vedremo, comunque entrambi i SOC, sia lo Snapdragon che l’Exynos, saranno fabbricati da Samsung.

    • Stessa cosa fatta con S6 e Note5
      (europa Exynos e Ameria e Asia con Snapdragon)