twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Dic 272016
 

A quanto pare Samsung non rinuncerà ad avere un assistente vocale tutto suo nonostante la cosa non piaccia affatto a Google.

Alcune recenti informazioni ottenute dal sito Sammobile dalla propria fonte interna confermano infatti la sua presenza all’interno del Galaxy S8 e anche che si chiamerà Bixby, un nome già emerso da alcuni marchi registrati dalla società koreana ad inizio novembre.

Bixby prenderà il posto di S Voice, ma contrariamente a quest’ultimo sarà molto più avanzato e in grado di interfacciarsi anche con tutte le varie applicazioni Samsung preinstallate.
Ad esempio l’utente potrà richiedere alla Galleria Immagini di mostrare solamente le foto che rispettano determinati criteri, il tutto esclusivamente con la voce.

Inoltre proprio come Google Assistant e Siri, anche Bixby sarà in grado di fornire risposte basate sul contesto.

Altri dettagli forniti dalla stessa fonte riguardano l’interfaccia del Galaxy S8.
Samsung aggiornerà le sue app affinché abbiano tutte una grafica comune (intenzione del resto che si è già vista sui Note 7 e sulla TouchWiz dei Galaxy S7 aggiornati ad Android 7). Inoltre la barra di stato sarà sempre visibile in modo da non richiedere un doppio swipe per accedere alle notifiche e al pannello di toggle estesi.

Purtroppo non esistendo ancora fotografie o screenshot del Galaxy S8 è difficile riuscire a farsi un’idea più precisa di quanto è stato descritto, ma siamo convinti che prima della sua ufficializzazione riusciremo a saperne di più

Qui tutti i rumor sul Galaxy S8.

 

via sammobile.com

  • Tersicore1976

    Prima lanciano l’immersivi mode, per non avere la barra e i pulsanti del browser in basso e togliere spazio alle App… E ora invece si sono accorti che un utente deve fare un doppio swipe, perché prima deve mostrare la barra e poi far scendere la tendina?
    Io continuerò a criticarli: hanno un reparto dedicato al design delle app e delle funzionalità della loro TouchWiz che “fa pena”… E se qualcuno dovesse dirmi: pensaci tu… Lo farei senza problemi, sono in grado. Come grafico ho curato anche il Look istituzionale di diversi marchi. Creare una armonia tra diversi elementi e rendere il tutto funzionale è difficile ma non impossibile. Loro non credo siano in grado.

    • andrea55

      Ma l’immersive mode non è un’opzione attivabile nel browser?

    • Tersicore1976

      Come idea iniziale era quella di nascondere la barra in alto e i pulsanti virtuali in basso (per chi li aveva) per avere app a tutto schermo. Samsung, che ha i pulsanti fisici, ha fatto in modo che sparisse la barra in alto. Con gli schermi odierni, guadagnare 4 mm di barra non ha più senso, ed è divenuto scomodo dover fare un doppio swipe per mostrare l barra e poi fare un secondo swipe per far scendere la tendina delle notifiche. Per questo comunque Samsung ha introdotto le notifiche tipo Pop-Up. “Una volta” sentivi il rumore di una notifica e si appariva il simbolo nelle barra in alto che era sempre presente. “Oggi” invece ti compare un vero e proprio messaggio “flottante”, o una preview che poi “scompare”. Molto più comodo a dire il vero, ma l’avere le app a tutto schermo inquietante gusto modo orami è totalmente inutile. Ma dovevano pensarci “prima”. Fare in modo che con uno swipe unico si abbassasse la barra delle notifiche… ad esempio… Adesso sono tornati suoi loro passi, e la dice lunga sul come “pensano” in Samsung: buttano nel calderone un sacco di novità e funzioni, quelle che vengono meno state, sono poi tolte nelle versioni successive: abbiamo perso la l’Air View di S4 e Note 3, in modo da interagire con il dito invece che con l S-Pen. Abbiamo perso il sensore infrarossi, e altre piccole funzioni che magari non tutti usavano, ma che non gli costava nulla tenere.

  • centrale

    La domanda giusta è questa: arriverà anche sugli S7? 🙂

    • Se lo rilasceranno anche per i Galaxy S7 sicuramente non arriverà subito ma rimarrà per un po’ esclusiva dei Galaxy S8

  • Tersicore1976

    Google sta insistendo sempre più che le personalizzazioni siano sempre meno invasive.
    Grazie a questa “politica” non abbiamo più gli effetti di sblocco su Marshmallow, avremo tutto un nuovo modo di operare con il Multi-Windows, e altre piccolezze.
    Intanto Google sta facendo “casino” con Google Now, per cui sui Nexus la barra di ricerca non è un widget come sugli altri terminali: il risultato è che su Nexus non ci sono problemi, ma sugli altri terminali con Android 6.0 il widget è sempre attivo su “OK Google”. Gli utenti si lamentano, la batteria scende, perchè sempre attivo il controllo vocale e i Play Services si prendono un bella fetta di batteria, e a Google non gli frega nulla, tanto a “lei” il servizio funziona. Tra un po obbligheranno a mettere la barra fissa, in modo che per forza si debba usare il loro browser. Manca poco, ma saremo li. Di default chiederanno che sia Chrome il browser predefinito. Insomma Google non ha capito che lei vende servizi, ma che Android ha la leadership di mercato dei SO Mobile perché ci sono Samsung e CO. Non rilascia il suo nuovo “interprete vocale”, ma intanto si aspetta che Samsung non ne sviluppi uno suo? Forse non ha capito che Samsung lo rilascerà solo sui Galaxy S8, per avere una funzione unica e spingere gli utenti a prendere il nuovo Top Di Gamma? Se ci arrivo io, non ci arriva Google? Non sarebbe meglio che rilasciasse il suo assistente vocale già “ora”? In fondo il problema di molti utenti è l’abituarsi a determinate App e funzioni. Se iniziassero da adesso a presentarlo, chi ha un S7 o un Note 5 o un S6 prenderebbe meno di considerazione spendere 900 euro per passare al nuovo S8… Sempre che non abbia un design e funzioni eccezionali ovviamente.