twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Apr 202017
 

Con un nuovo articolo pubblicato sulla versione internazionale del proprio blog Samsung Electronics torna a tranquillizzare gli utenti in merito alla sicurezza delle batterie presenti nei suoi smartphone, in particolare quelle degli ultimi modelli Galaxy S8.

Per evitare quanto successo con il Note 7 (qui le cause ufficiali delle esplosioni) questa volta è stata posta grande attenzione al design, ottimizzato in maniera tale da lasciare più spazio intorno alla batteria ed evitare pressioni indesiderate anche in caso di caduta.

Stessa cosa per i componenti interni della batteria, riorganizzati per prevenire cortocircuiti.

Nell’articolo Samsung spiega anche il perché sui Galaxy S8 non ha puntato su una tecnologia di ricarica rapida più recente rispetto a quella Quick Charge 2.0 (da 0 al 50% in 30 minuti, l’ultima versione è la Quick Charge 4.0 con prestazioni da 0 a 50% in 15 minuti).

Anziché ridurre il tempo di una singola ricarica “di pochi insignificanti minuti“, il produttore koreano ha preferito concentrarsi sul mantenimento della capacità originale della batteria nel corso del tempo (secondo i dati dichiarati da Samsung i Galaxy S8 dopo un anno standard sono in grado di mantenere il 95% della carica contro il 75% dei Galaxy S7).

La sicurezza delle batteria nei Galaxy S8 passa anche dalla parte software, con nuovi avanzati algoritmi in grado di tenere sempre sotto controllo temperatura e corrente di carica.

Non manca poi un riferimento alle sue nuove ultime procedure di test per il controllo qualità (qui l’approfondimento), che per quanto riguarda i Galaxy S8 vengono effettuate in tre fasi distinte.

clicca per ingrandire

Assemblaggio componenti

I primi test vengono svolti a campione subito dopo la produzione delle singole batterie e prevedono nell’ordine: cicli di carica/scarica, sollecitazioni esterne, ispezione visuale, controllo raggi X, controllo interno, controllo voltaggio.

cicli di carica / scarica

controllo interno batteria

Processo produzione

La seconda fase di test viene eseguita durante il processo di produzione dei Galaxy S8 e comprende nell’ordine: cicli di carica/scarica, controllo perdita composto organico, controllo voltaggio, ispezione visuale.
A parte il primo eseguito a campione, tutti i test di questa fase vengono effettuati su ogni singola unità dei Galaxy S8 prodotta.

OCV Test

TVOC Test

Dispositivo completato

L’ultima fase viene effettuata quando i Galaxy S8 sono pronti per essere inseriti nei box di vendita. A campione i dispositivi subiscono tre cicli di carica/scarica della batteria ed una simulazione di utilizzo intenso.

cicli carica/scarica sullo smartphone completato

test utilizzo intenso dello smartphone

Qui un interessante video che riepiloga un po’ tutte le fasi.

fonte Samsung

  • Tersicore1976

    Cosa vuol dire anno standard? Per loro si intende 365 cicli completi? Cioè una ricarica al giorno?

  • ANDROIDXFOREVER

    all’inizio del video si vede chiaramente alcuni display hanno una tonalita’ diversa del colore rispetto ad altri quindi samsung sapendolo li ha messi in commercio lo stesso?

    • alex

      vero ahahahahahha

  • Missì

    Bravi ottimo articolo! mi sono sempre chiesto se questi test venissero svolti su tutte le unità o solo su alcune e finalmente la mia curiosità è stata esaudita.
    Ora sarebbe bello sapere ogni quante unità prodotte diventano dei “campioni”

  • Domanda stupida: ma i telefoni che vengono usati per i controlli a campione, poi vengono commercializzati ugualmente?

    • Sicuramente no, almeno non attraverso i canali di vendita ufficiali. Probabilmente li useranno come dispositivi di esposizione, ma difficile che lo dicano.