twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Tutto sul Samsung Galaxy Note 8: design, caratteristiche e software

 

Il Samsung Galaxy Note 8 è ufficiale e si spera che questa volta possa debuttare senza alcun problema in tutto il mondo, in particolar modo in Europa, dove a causa del doppio ritiro del Galaxy Note  7 e della mancata commercializzazione del Galaxy Note 5 (il nome Galaxy Note 6 non è mai stato usato) l’ultimo smartphone della linea Samsung Note rimane ancora il Galaxy Note 4 (2014).

Con il Note 8 Samsung è riuscita a integrare in un unico dispositivo tutti i punti di forza dei Galaxy S8 e quelli del precedente modello Note 7 aggiungendo anche qualche interessante novità.

Esaminiamo meglio il dispositivo di seguito.

DESIGN & MATERIALI

Con il Galaxy Note 8 Samsung ha confermato lo stesso design Infinity dei Galaxy S8 caratterizzato da uno schermo che si estende su quasi tutta la superficie frontale (i tasti hardware sono stati sostituiti da pulsanti software, compreso quello home), bordi ricurvi su entrambi i lati e angoli arrotondati.

La curvatura dei bordi e degli angoli è però molto meno pronunciata rispetto a quello dei Galaxy S8 in modo che risulti più comodo utilizzare la SPen su tutta la superficie del display.

I materiali utilizzati da Samsung per il Galaxy Note 8 sono l’alluminio e il vetro Gorilla Glass 5, utilizzato per coprire anche la parte posteriore della scocca che rimane sempre di tipo non removibile.

Rispetto al precedente modello Galaxy Note 7 il Galaxy Note 8 presenta una lunghezza di 0,9 mm in più, ma grazie alla cornice superiore e inferiore ridotta al minimo il display passa da 5,7 a 6,3 pollici.

Confermata nel Samsung Note 8 la capacità del dispositivo di riuscire a resistere all’acqua e alla polvere secondo le specifiche della certificazione IP68 nonostante lo slot per la SPen.

IMMAGINI

Di seguito le immagini ufficiali Samsung sul Note 8. I colori previsti per ora sono il nero Midnight Black, il viola Orchid Gray, l’oro Maple Gold e il blu Deepsea Blue.

La disponibilità di tali colorazioni come al solito può però variare in base al mercato. Così come per i Galaxy S8, anche nel Note 8 la parte frontale rimane sempre nera.

HARDWARE

Il cuore dei Galaxy Note 8 è il chipset Exynos 9 8895 (Qualcom Snapdragon 835 per le varianti USA e cinesi), lo stesso presente sui Galaxy S8 anche per quanto riguarda le frequenze di clock (4 core a 2,3 GHz e 4 core a 1,7 GHz).
Ricordiamo che grazie al processo produttivo a 10 nanometri l’Exynos 9 8895 garantisce prestazioni superiori e consumo energetico minore rispetto a tutti i chipset di precedente generazione.

Nel Galaxy Note 8 il display SuperAmoled vanta una diagonale di ben 6,3″, maggiore di 0,1″ rispetto a quella del Galaxy S8 Plus e maggiore di 0,6″ rispetto a quella del precedente modello Galaxy Note 7.
Samsung ha però confermato la stessa risoluzione di 2960 x 1440 pixel (WQHD+) e formato 18,5:9 dei Galaxy S8. Assente la tecnologia Force Touch.

Nel Samsung Note 8 la memoria di archiviazione è di 64 GB, ma sono previste anche varianti da 128 GB e addirittura 256 GB (ma non in Europa).
Rispetto ai Galaxy Note 7 e Galaxy S8 la memoria RAM passa da 4 GB a 6 GB (non sono però da escludere varianti da 8 GB).

Deludenti, almeno sulla carta, le specifiche della batteria del Galaxy Note 8.
Nonostante il sensibile aumento delle dimensioni generali, Samsung ha comunque deciso di diminuire la sua capacità inserendo nel Note 8 una batteria di soli 3300 mAh (sia sul Galaxy S8 Plus che Galaxy Note 7 è invece di 3500 mAh).
Una scelta su cui hanno sicuramente influito gli errori di progettazione e fabbricazione alla base delle esplosioni dei Note 7 in tutto il mondo.
Sempre per quanto riguarda la batteria, anche sul Note 8 è confermata la ricarica rapida Quick Charge 2.0 (ormai superata dagli standard Quick Charge 3.0 e Quick Charge 4) e la ricarica wireless (anche rapida) basata sugli standard WPC e PMA.

La vera novità del Galaxy Note 8 è senza dubbio la presenza di una doppia fotocamera posteriore basata su due obiettivi da 12 Megapixel con formato 4:3 e stabilizzatore ottico.

Il primo obiettivo è di tipo classico con tecnologia Dual Pixel e apertura focale f1.7, mentre il secondo consente di avere un ingrandimento ottico da 2x (il flash led è uno solo).

Grazie al secondo obiettivo i possessori del Galaxy Note 8 possono poi contare su ulteriori speciali funzionalità come Live focus, per dare un effetto sfocato (Bokeh) alle fotografie, e Dual capture, per scattare simultaneamente con i due obiettivi.

Grazie inoltre ai nuovi sensori ISOCELL, il Samsung Note 8 è in grado di scattare foto ancora più chiare e nitide in ambienti con scarse condizioni di luce.

La fotocamera frontale rimane quella da 8 Megapixel con apertura focale f/1.7 degli ultimi Galaxy.

Nel Galaxy Note 8 troviamo poi lo stesso tipo di lettore di impronte digitali dei Galaxy S8, posizionato sempre in maniera asimmetrica accanto alla fotocamera, e anche il sensore per la scansione dell’iride visto per la prima volta con i Note 7.

Infine da segnalare nel Note 8 la presenza sotto il display di un sensore di pressione che simula il tasto home e un pulsante laterale aggiuntivo dedicato a Bixby, proprio come per i Galaxy S8.

Così come il Galaxy S8 anche il Note 8 supporta la dock Samsung DeX.

SPECIFICHE COMPLETE

 Galaxy Note 8 N950F
DISPLAY
diagonale 6,3″, aspect ratio 18,5:9
risoluzione Quad HD+ 2960 x 1440 pixel
densità pixel 521 ppi
tecnologia Super Amoled, vetro Gorilla Glass 5
PROCESSORE
chipset Exynos 8895
cpu Octa core (2,3 GHz Quad + 1,7 GHz Quad), 64 bit, 10 nm
gpu Mali G71 MP20
MEMORIA
ram 6 GB LPDDR4
mem. interna 64 GB UFS 2.1
microsd ext fino 256 GB
BATTERIA
capacità 3300 mAh
tipo litio
note non removibile, ricarica rapida Quick Charge 2.0, ricarica wireless rapida con supporto standard WPC e PMA
FOTOCAMERA
posteriore dual camera:
– 12 Megapixel, tecnologia Dual Pixel, apertura focale F1.7, fast Autofocus, stabilizzatore ottico
– 12 Megapixel, apertura focale F2.4, fast Autofocus, stabilizzatore ottico e zoom ottico 2x (zoom digitale 10x)
anteriore 8 Mega Pixel, F1.7
note stabilizzatore ottico, avvio rapido, Dual-Pixel, autofocus laser, registrazione video 4K
SENSORI
standard iride, giroscopio, prossimità, accelerometro, luminosità, bussola, cardiofrequenzimetro
impronte digitali sì, a contatto
infrarossi no
sistema satellitare GPS, Glonass, Beidou, Galileo
DIMENSIONI e MATERIALI
misure 162,5 x 74,8 x 8,6 mm
peso 195 grammi 
materiali metallo + gorilla glass 5
impermeabile sì, IP68
NOTE VARIE
altoparlanti mono, nella cornice inferiore
tipo sim nano sim
tipo usb 3.1, type C
bluetooth 5.0
jack audio 3,5mm
radio fm no

.

SOFTWARE

Con i Note 8 debutta sui Galaxy la versione Nougat 7.1.1 di Android, su cui Samsung ha portato anche una nuova versione della sua interfaccia TouchWiz etichettata con il nome Samsung Experience 8.5.

Dal punto di vista estetico però non si segnalano differenze con la Samsung Experience 8.0 dei Galaxy S8.

Neppure sul Note 8 mancano poi i vari servizi Samsung Bixby: Bixby Home, Bixby Voice, Bixby Reminder, Bixby Vision.

S PEN

Per la SPen del Galaxy Note 8 Samsung conferma la stessa tecnologia utilizzata per quella del Galaxy Note 7:

  • punta da 0,7 millimetri
  • capacità di riconoscere 4096 livelli di pressione differente
  • latenza di 50 millisecondi
  • certificazione IP68

Le misure esatte della SPen del Note 8 sono 5,8 x 4,2 x 108,3mm, mentre il peso è di 2.8 grammi.

Dal punto di vista software Samsung continua ancora a puntare sul menù Air Command con tutte le funzioni già viste sul Note 7 ma ulteriormente migliorate.
Confermato lo Screen Off Memo che sul Note 8 permette di scrivere a schermo spento fino a 100 pagine.

Una novità è invece la funzione Live Message, utile per creare gif animate di testo o disegni a mano libera da inviare ad altre persone.

clicca per ingrandire

PREZZO E DISPONIBILITA’

Il Galaxy Note 8 arriverà nel mercato europeo, Italia compresa, a partire dal 15 settembre.
Fino al 14 settembre sarà possibile preordinarlo ricevendo come omaggio una dock Samsung DeX.

Nel nostro paese il Note 8 sarà disponibile unicamente nella versione Dual Sim ad un prezzo di 999€.

 

L’articolo continuerà ad essere aggiornato con ulteriori dettagli e informazioni.

  • Alessio

    Ottimo dispositivo senz’altro, ma a parte la doppia fotocamera (ma tutti fanno le foto con uno smartphone?) è proprio un Galaxy S8 con la SPen

    • franky29

      L’unica vera motivazione che possa portare all’acquisto è la penna oltre è un clone del galaxy s8 plus

    • Antonio Fabozzo

      6 gb di ram con l’attuale Samsung Experience sono una manna dal cielo..

  • M1z

    la parte posteriore è inguardabile, la disposizione delle lenti e del sensore è proprio pessima

    • centrale

      dal vivo è molto bello.

  • Vittorio Masala

    https://www.unieuro.it/online/samsung-note-8 unieuro lo prenota a 999€.

  • Vittorio Masala

    Sono un felice possessore di Note 4, dopo aver avuto l’1-2-3. Il 4 ha avuto il problema della scheda madre impazzita 1 mese prima della scadenza della garanzia, per fortuna sostituita. Da circa 1 mese ho sostituito la batteria con altra uguale originale. Devo dire che è perfetto, funziona benissimo. E lo uso abbastanza. Penso che aspetterò il 9 o il 10 quando le novità saranno veramente tante.

    • Mike

      Quoto in toto. Sono nella tua stessa posizione. Se poi installi una rom come quella di Alexndr (come l’originale ma pulita dal bloatware) e un kernel ottimizzato….. non senti più l’esigenza di cambiare telefono.
      Batterie rimovibili sostituite 2: autonomia ovviamente ancora al top.
      Una batteria sempre pronta nello zaino che si ricarica da sola con un pannello solare. Vado in montagna et… voilà. Scambio le batterie e non resto mai a secco.
      Riassumendo, se prendessi un note 8 sicuramente ne guadagnerei in prestazioni MA:
      Perderei in autonomia
      Perderei il barometro (in montagna barometro = altimetro)
      Perderei il trasmettitore infrarossi = telecomando universale utile ovunque.
      Le foto sono già ottime, direi eccellenti. Vorrei vedere il miglioramento ottenuto nel Note 8.
      Non vedo motivo per spendere 1000euro e cambiare telefono se non per una questione di immagine e (pure) prestazioni.

    • Mike

      Correggo. Sembra che il barometro sia presente anche nel note8….

    • astrolinux

      Ecco. Quoterei in toto anche io se non fosse che le rotture della scheda madre sono state ben due di cui una sola entro i termini della garanzia…

  • Comeunacatapulta

    Ora portate la Samsung experience 8.5 e android 7.1.1 su s8 però

  • virtual

    Aspettiamo prima le prove/recensioni con la durata della batteria.

  • Gieffe22

    telefono inutile allo stremo, come già detto… un s8 plus con pennino, maggiorato nel prezzo.

    PS
    camera oscena come qualità a giudicare dai sample presenti su gsmarena (samsung ufficiali samsung per di piu, vergognoso)

  • Tersicore1976

    Devo dire che è il Note più deludente di tutti quelli usciti.
    Note 1 non era eccezionale, a dire il vero. Era più una sorta di “prova” fatta da Samsung. La penna non aveva nessuna funzione particolare.
    Note 2 è stata un rivoluzione. Multi-Windows, S-Note, funzioni delle penna avanzate, un sacco di utilità, strumenti e novità che Samsung avrebbe poi integrato nella linea S (al tempo fecero un Value Pack per S3).
    Note 3 è stato un affinamento, con la novità di avere un menu radiale a comparsa, per facilitare l’utilizzo di funzioni ancora più avanza del precedente modello.
    Note 4 è stato quello più “maturo”, dove hanno affinato tutto quello che c’era da affinare, anche se alcune scelte di togliere funzioni, presenti su Note 3, alcuni le hanno “sentite”.
    Note 5 ha portato diverse novità, prima tra tutte una TouchWiz che permetteva di sfruttare la diagonale maggiore di questa serie, cambiandone la griglia, e poi la possibilità di scrivere a schermo spento… Idea che verrà trasformata nell’AOD.
    Note 7 ha portato altre novità, in termini di funzioni delle Pen, ma nulla di più. Anzi, erano assenti le note rapide. Le funzioni di Note 7 sono state portate su Note 5 con Nougat.
    Note 8, complice l’assenza del Note 7 e del Note 5 in moltissimi mercati, non ha aggiunto nulla di che. Ha semplicemente rimesso le funzioni che molti non hanno mai avuto, perché fermi a Note 4, ma chi ha Note 5 e un Rom N5/N7 su un altro modello di Note ha provato e conosce bene.
    Stesso aspetto dell’S8+. Funzioni simili a quelli di Note 5 con Nougat. Interfaccia dell’S8. Batteria ridotta, stesso SOC di Marzo. Ram in più utile solo a riempire il cell di Bloatware.
    Non è un prodotto da prendere al Day One. Per chi ha un Note 5 e Note 4 può aspettare. Per chi ha un Note 3 e vuole aggiornarsi è un’ottima scelta.
    Ormai la Serie Note è una derivazione delle Linea S e non più “l’apri-pista” per il presentare delle novità.
    L’ultimo prodotto della Serie Note che ha portato novità alla Linea “S” è stato Note 4 Edge. In molti erano dubbiosi sull’avere uno schermo curvo. In quel caso aveva solo un lato; doveva essere solo un prototipo da vendere in “pochi pezzi”. Piacque talmente tanto agli utenti che per S6 provarono a presentare un modello dual edge. Oggi la Linea S e la Note avranno sempre lo schermo curvo, ormai è un “marchio di fabbrica” dei FlagShip di Samsung.

    • Giacomo88

      Quoto parola per parola, ormai si è persa del tutto l’essenza del Note che non era solo la SPen.

  • Tersicore1976

    E’ ovvio che il paragone l’abbiano fatto sul precedente modello che “è stato venduto ed è rimasto in mano agli utenti”.
    Samsung era stata chiara, nel suo comunicato, dopo il secondo ritiro dei Note 7: “Il Progetto è stato abbandonato”.
    E’ stato accidentale il fatto che sia finito in mano a tantissimi utenti. Perché se si accorgevano del problema in fase di Test dei prodotti pronti per la spedizione, avrebbero fermato tutto, senza farlo uscire dalle loro fabbriche. Invece i Beta Tester siamo stati noi.
    Note 7 per Samsung non esite. Non c’è supporto, ne Software, ne Hardware.

    Che mostrino delle funzioni che aveva Note 7 e non Note 5, spacciandole per “Novità” non ci vedo nulla di strano.

    Ho visto un video su YouTube dove veniva mostrata una “Nuova funzione” esclusiva del Note 8. C’è L’Edge Panel del Multitasking dove è possibile creare degli Shortcut di due applicazioni da richiamare “in un’unico colpo” già in modalità doppio schermo. Cioè puoi scegliere di avere uno scortcut, in cui tappando una volta compare (che so) sopra mail e sotto archivio… O Sopra Archivio e sotto Galleria… “Novità”????? L’ha sia Note 3 che Note 2014.
    E’ andata persa perché l sbarra del Multi-Windows è stata tolta da Note 4 in poi. Quindi era impossibile da rimettere come funzione. Ma su Note 2014 la uso ogni giorno. Quindi come detto, non vedo nulla di strano a fare paragoni Note 8-Note5, se presentato come nuove delle funzioni di 4 anni fa…

    • Si vis pacem, para bellum

      Ha sorpreso anche me che gli shortcut per 2 applicazioni in MultiWindow venga presentata come una novità e la cosa venga ripetuta a pappagallo dalla stampa “specializzata” senza ricordare che è invece un ritorno di una vecchia funzione.
      Io uso questa “nuova funzione” tutti i giorni sul mio Note 3 e sul mio Tab S…

    • Hai proprio ragione, infatti non l’abbiamo neppure citata in quanto è una funzione ormai abbastanza vecchiotta per i Galaxy.

    • Si vis pacem, para bellum

      Con stampa “specializzata” non mi riferivo infatti a voi ma in generale 😉 (ed in particolare a quella americana, che quando si tratta di un iPhone nota anche un gradiente di colore diverso in un’icona ma che sembra completamente ignorante di tutto quello che non riguarda Apple…).

    • Non a caso negli eventi Samsung in prima fila, dove c’è il “gotha” del mondo Android, trovi sempre quasi tutte persone con in mano iPhone, poi qualche LG, Pixel e pochissimi Galaxy…

  • Si vis pacem, para bellum

    Forse finirò per prenderlo fra parecchi mesi, dopo il lancio dell’S9 e dopo qualche calo sostanziale di prezzo ma se non fosse per la batteria, veramente deludente, lo avrei preso immediatamente.
    A me sarebbe andato bene anche un “S8+ con la S Pen”, figuriamoci invece uno smartphone con display più grande (e con bordi meno accentuati e con angoli meno stondati, per me molto importanti), con più RAM e con fotocamera migliore (senza contare che ci sono tagli di memoria fino a 256GB, anche se purtroppo pare non da noi, e che la variante dual SIM è ormai prevista finalmente da subito anche da noi!). Anche l’estetica (che per me rimane sempre la cosa meno importante) checché se ne dica è *diversa* (e per me più bella), con angoli più squadrati ed appunto con diverso profilo dei bordi del display. E non vedo comunque come essere simile all’S8+ sia visto come un difetto, quando a detta della maggioranza delle persone è lo smartphone più bello sul mercato…
    Al contrario di quello che leggo negli altri commenti, per me l’essenza della serie Note è sempre stata il pennino, un display più grande ed una batteria più grande. Punto.

    • Vittorio Masala

      La batteria veramente deludente sarà da verificare. Il processore, a detta loro, consuma abbastanza meno dei precedenti, anche se a dirla tutta è lo schermo che consuma più di tutto. Vedremo le informazioni che ci daranno i primi possessori.

    • Si vis pacem, para bellum

      Tenuto conto del display poco più grande, dei 2GB di RAM in più e del 6% circa di batteria in meno mi aspetto un 30-45 min. circa di SOT in meno rispetto all’S8+.
      Non è la fine del mondo ma per me anche una durata uguale sarebbe stata deludente (ed ecco perchè per me una durata sostanzialmente inferiore è “veramente deludente”), da un Note mi aspetto e voglio una durata *maggiore*!

      Fatelo un paio di mm più spesso (che specialmente a chi compra un Note non fregherebbe nulla) e dateci un’autonomia fenomenale, per la miseria!

  • Pumanet

    Aspetterò qualche mese per un calo del prezzo, per leggere qualche opinione di chi lo ha comprato. Poi se tutto va bene sarà MIOOOOOOOO

  • Enzo

    Ottimo articolo come sempre!
    Spero che si svaluti presto perché ormai devo cambiare il mio vecchio note 4 ma 1000€ non li spendo di sicuro.