twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Gen 102017
 

Con gli aggiornamenti ad Android 7 Samsung ha previsto per i Galaxy numerose novità, alcune delle quali provenienti direttamente dal software degli ex Note 7.

Tra queste troviamo ad esempio la nuova impostazione per lo schermo chiamata Filtro Luce blu.

 

Si tratta di un’opzione che limita l’emissione di luce blu del display per ridurre l’affaticamento dell’occhio nelle ore serali e per non ostacolare la naturale produzione di melatonina necessaria per un sonno migliore (per maggiori informazioni sull’argomento si rimanda a Wikipedia: link 1 e link 2).

L’utente può impostare il livello di opacità del filtro in maniera libera.

 

Inoltre tramite la voce Programmazione personalizzata può anche decidere di attivare tale funzione in base ad una determinata fascia oraria oppure tramite Giornata Intera decidere di lasciarla sempre attiva e farla regolare in automatico dal sistema in base alla zona geografica.

Filtro Luce blu dei firmware Nougat della Samsung è una funzionalità offerta già da numerose app presenti nel Play Store (la più famosa è Twilight), ma a differenza di quest’ultime non si limita ad applicare un semplice (e per alcuni fastidioso) filtro rosso alla schermata, ma modifica realmente la temperatura del colore dello schermo (cosa altrimenti possibile solo tramite app con permessi di root come F.lux).

Qui tutte le altre novità di Android 7.

  • Vincenzo Murino

    Non male ma vogliamo i firmware xD

  • Gioele Corsinovi

    Era l’ora! Sono costretto a usare Twilight da almeno un anno e su Marshmellow c’è da disattivarlo ogni volta che devo autorizzare altre app…

  • LucaS5

    Io avevo letto che app. tipo Twilight, CF.Lumen, F.lux erano dannose peri display Amoled e che alla lunga creano un effetto burn-in.
    Quindi non è vero?

    • Sinceramente non mi risulta. Anzi negli Oled l’emissione del blu dovrebbe essere già inferiore di base rispetto agli Lcd.

    • LucaS5

      Se cerchi su google “amoled burn-in blue filter” esce un sacco di roba.
      goo.gl/YBsdOl

    • Il fatto è che la maggior parte riguardano il burn-in degli amoled in generale. Specifici problemi con app di questo tipo non ce ne sono e anche gli autori di Twilight hanno smentito queste voci (che fanno riferimento poi allo stesso articolo).
      Se si possiede un display soggetto a burn-in il problema si presenterebbe comunque indipendentemente dall’aver attivato o meno il filtro.

    • Tersicore1976

      Si, esce un sacco di roba, ma non legato all’uso e alla modifica del colore di uno schermo Amoled di App di terze parti. Io ho visto di persona almeno 4 o 5 S7 che sono esposti fina dalla loro uscita. Continua a girare praticamente per ore e ore, il filmato di benvenuto e quando lo sblocchi vedi le “immagini fantasma dappertutto”. Un signore che era a fianco a me a vedere un S7 ha chiesto info la commesso, il che gli ha detto che quelli esposti sono “maltrattati”, che è normale che possano vere difetti che un cellulare usato normalmente non ha…

  • Tersicore1976

    Scusate, ma che differenza c’è tra il mettere un filtro e cambiare la temperatura del colore dello schermo? In tutti e due i casi si modificano i valori RGB, no?
    Forse che Samsung, potendo intervenire più a fondo, è in grado di mantenere inalterati i colori che già “non sono nocivi” per il “riposo dell’occhio?”. Quindi con questa funzione nativa di Samsung, i neri dovrebbero rimanere tali e non essere modificati rendendoli “rossastri”? E’ questo che si intende?

    • Ti riferisci al filtro delle app di terze parti? Perché quello è solo un semplice overlay che copre la schermata. Per quanto riguarda il nero ti confermo invece che rimane quasi inalterato anche con l’opacità al massimo valore

    • Tersicore1976

      Esatto. Si parla di “filtro” ma di fatto è come mettere in sovrapposizione un colore a quello già esistente. Ovviamente essendo un procedimento software i pixel RGB vengono modificati tutti allo stesso modo… Quindi i bianchi, i neri, ecc… subiscono la stessa modifica. Quindi Samsung potrebbero invece modificare solo i pixel B o al limite leggermente gli altri per modficare la sola lunghezza d’onda “nociva” e mentenendo inalterati gli altri colori?
      Per fare un esempio assurdo: ammettiamo che un’app per la meditazione e il rilassamento abbia già una interfaccia che non influisca sulla produzioni di melatonina avendo una lunghezza d’onda adeguata… La modifoca di colore da parte della funzione di Samsung di fatto non interverrebbe? O comunque sarebbe molto superficiale?

    • Hai un’app da suggerire? Potrei farti la prova perché il nero non viene toccato mentre gli altri colori sembra di sì.

    • Tersicore1976

      No, non stavo suggerendo App. Stavo capendo come funzioni l’implementazione di Samsung. Non ricordo se la funzione sulle ROM Note 7 per Note 3 era “attiva”… O almeno io non l’ho mai provata… Volevo solo capire se ci fosse una sorta di “modifica dinamica” nell’uso della funzione. Perché come hai scritto nell’articolo (e mi sembra di aver capito) le App di terze parti mettono un Overlay sopra allo schermo, mentre Samsung cambia la temperatura dei colori. Quindi secondo logica, al passaggio tra un’app e l’altra dovrebbe modificare la percentuale di RGB delle lunghezze d’onda “fastidiose”…

    • Sì quelle che non richiedono i permessi di root mettono solo un Overlay, mentre Samsung (o le altre app a livello di sistema) cambiano proprio la temperatura dei colori.
      Vedremo se riusciremo a reperire dettagli su questa funzione.

    • LucaS5

      Dipende, f.lux e cf.lumen con root non mettono nesusn overlay ma tramite un driver modificano proprio i colori dello schermo.

    • Si mi riferivo proprio a quelle senza root che non fanno altro che mettere una schermata sovrapposta

  • Thomas80

    Bella funzione, brava Samsung. Aspetto ora che arrivi anche su Windows 10 visto che al pc ci passo molto tempo la sera.

    • Amelotti Giovanni

      concordo ,anche io passo la vita davanti al pc e sarebbe veramente utile

  • Tiwi

    questo nougat su samsung porterà non poche novità

  • Giuseppe Geps Pintaudi

    uso semplicemente da qualche mese visto che comunque mi manca qualche grado le lenti zeiss blue che appunto sono specifici e filtrano la luce blu dei dispositivi elettronici