twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mag 042013
 

 

Sono in molti a chiederci informazioni sul root o altro tipo di modifiche che riguardano il Samsung Galaxy S4, ma come abbiamo fatto anche per i precedenti modelli, prima di creare delle guide in merito preferiamo sempre essere certi sull’affidabilità e sicurezza di questo tipo di operazioni.

Occorre inoltre aggiungere che ad oggi per il Galaxy S4 la procedura di root non è ancora completamente definita.

root-galaxy-s4

Come i nostri lettori sapranno, sin dai tempi del Galaxy S, i metodi più efficaci (e a volte anche gli unici esistenti) utilizzati per rootare i dispositivi della Samsung sono stati i Cf-Root o Cf-Auto-Root di Chainfire, una vera e propria garanzia quando si parla di modding.

Il noto sviluppatore di Xda qualche settimana fa aveva già creato una versione del CF-Auto-Root in grado di abilitare i diritti di root sul Galaxy S4 I9505. Purtroppo riguardava firmware non ancora definitivi e infatti con gli aggiornamenti di questi giorni non risulta più funzionante.

Fortunatamente djembey di Xda ha già trovato due metodi alternativi (il primo basato su firmware pre-rooted, il secondo su un CF-AutoRoot modificato), ma si tratta di soluzioni da ritenersi temporanee.

galaxy-s4-rotto

Una cosa più importante dei diritti di root è però la sicurezza che la garanzia possa poi essere completamente ripristinata.

Come sapete, a partire dal Galaxy S2 la Samsung ha introdotto dei controlli particolari e sempre più evoluti in grado di rilevare eventuali manomissioni software effettuate dall’utente (approfondimento 1, approfondimento 2).

E il Galaxy S4 non fa eccezione.
Ora non ci addentreremo nell’argomento, ma vi anticipiamo che alcune misure di sicurezza provengono direttamente dalla tecnologia Samsung Knox.

root-samsung-knox

Certo, anche in questo caso non c’è nulla che non si possa già aggirare.

Ma considerato che le cose non sono ancora totalmente chiare e che Chainfire (l’unico a quanto pare in grado di esaminare in profondità questi aspetti) non ha ancora avuto modo di lavorarci (ha ricevuto solo da poco il Galaxy S4 e attualmente si trova in vacanza), non possiamo che consigliare questo tipo di procedure esclusivamente agli utenti più esperti che sanno bene quello che fanno.

 

La nostra intenzione con questo articolo non è assolutamente quella di creare allarmismi.
Probabilmente il nostro non è altro che un eccesso di prudenza, ma su argomenti così delicati ci sembra saggio non fare diversamente.