twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Lug 022014
 

Uno dei concetti meno familiari per chi passa da un vecchio e tradizionale cellulare ad un ben più avanzato smartphone di ultima generazione è quello della modalità aereo, una particolare condizione del sistema in cui il telefono disattiva completamente tutti i tipi di connessione (rete telefonica e wifi) per evitare l’emissione di onde radio.

Ancora oggi però sono in diversi a chiedersi se per risparmiare la batteria durante le ore notturne non sia meglio lasciare il proprio telefono completamente spento anziché metterlo offline.

modalita-offline-galaxy

Nonostante i vari luoghi comuni e le paure che circolano riguardo la funzione aereo tra le due scelte non c’è alcuna differenza in termini di consumo energetico.

In condizioni normali infatti un dispositivo android lasciato in offline mode perde solamente una percentuale di batteria compresa tra lo 0 e il 2%.

android-modalita-offline

Esattamente lo stesso risultato che si ha con il processo di accensione di uno smartphone, a causa dello sforzo richiesto durante il boot per attivare i vari servizi android.

consumo-batteria-riavvio

Se durante la modalità offline riscontrate un consumo di molto superiore al 5% la causa è sicuramente da attribuire ad un’applicazione che sta lavorando in maniera anomala e che quindi compromette l’autonomia del telefono anche durante l’utilizzo normale del telefono (e la modalità aereo può esservi proprio di aiuto anche per scoprire eventuali battery drain).

Ricordiamo infine che la modalità aereo è anche l’unica possibilità per uno smartphone di far suonare la sveglia “da spento”, una caratteristica tipica di molti vecchi cellulari tradizionali.

Come vedete quindi non c’è alcuna ragione di dubitare di questa particolare funzione.