twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Set 162014
 

Fino a pochi mesi fa quello del Galaxy S5 era considerato come uno dei migliori display per dispositivi mobile in circolazione, ma con il Note 4 sembra che la Samsung sia riuscita ad ottenere ancora di più dalla propria tecnologia SuperAmoled.

La conferma arriva come al solito dagli approfonditi test compiuti da Displaymate, un vero punto di riferimento per questo settore.

Galaxy Note 4 ufficiale

Innanzitutto viene confermata la stessa matrice a diamante che la casa koreana ha utilizzato nell’ultimi anno in altri suoi dispositivi.
Come vedete i vari subpixel hanno differenti dimensioni, con il blu molto più grande degli altri perché meno efficiente e il verde al contrario il più piccolo perché in grado di assicurare un rendimento maggiore.

La particolare disposizione è stata studiata appositamente per ridurre il più possibile l’aliasing e gli artefatti.

superamoled-note-4

Oltre alla nitidezza impressionante merito dell’elevata risoluzione offerta dal nuovo pannello Quad HD (2560 x 1440 pixel), con il nuovo phablet migliorano anche altri aspetti.

superamoled-note4-1

Il primo fra tutti è la luminosità.
Per i laboratori di DisplayMate lo schermo del Note 4 è quello più luminoso mai testato e non soltanto tra quelli Amoled.
Se con il Galaxy S5 era possibile arrivare i 698 cd/m2, ora il nuovo dispositivo è possibile raggiungere addirittura i  750 cd/m2.

superamoled-note4-2

Questa caratteristica unita ad una minore percentuale di riflessione dello schermo comporta anche una visibilità alla luce diretta del sole migliorata (già ottima con il Galaxy S5).

superamoled-note4-3

Il Note 4 sembra poi stabilire un record anche per quanto riguarda l’accuratezza nel riprodurre il colore, dimostrandosi il migliore tra tutti gli smartphone e tablet fino ad oggi analizzati da DisplayMate.

superamoled-note4-4

L’ultimo fattore tra i tanti considerati che vogliamo sottolineare è quello dell’efficienza energetica. Nonostante siano stati aumentati i pixel e la luminosità, lo schermo del Note 4 riesce a consumare meno di quello del suo diretto predecessore.

superamoled-note4-5

Per chi non lo sapesse ricordiamo che tra i vantaggi di un SuperAmoled rispetto ai vari LCD, oltre al contrasto, troviamo anche un angolo di visione e uniformità del colore molto maggiore.

Coloro che fossero interessati ad approfondire l’analisi di DisplayMate possono recarsi direttamente nella pagina del sito displaymate.com (solo in inglese).

 

Articoli correlati:
analisi DisplayMate Galaxy S5
analisi DisplayMate Note 3