twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Nov 112014
 

Il Galaxy Note 4 è stato ufficializzato da ormai diversi mesi ma al suo interno ci sono ancora delle funzionalità che non sono ancora molto note ai più e addirittura mai citate da nessuno, neanche dalla stessa Samsung nonostante negli ultimi anni alcune di queste hanno rappresentato il punto di forza di molti prodotti concorrenti.

Ci riferiamo in particolare all’utilizzo dei comandi vocali a schermo spento, una caratteristica introdotta per la prima volta dal Moto X della Motorola e che oggi grazie a Google Now si trova anche in altri modelli android.

attivazione-vocale-note-4

Uno dei principali limiti della vecchia tecnologia vocale era proprio quello di dover richiedere lo sblocco manuale del telefono e in alcuni casi anche l’avvio del relativo software.
Oggi invece pronunciando una semplice parola è possibile accendere il telefono e sfruttare alcune sue funzioni senza dover mai utilizzare le mani.

Nel Note 4 e Note 3 tutto questo può essere ora effettuato pure con l’applicazione Samsung S Voice sviluppata dalla Nuance, una delle più complete in circolazione.

screenshot svoice note 4

comandi vocali (1) comandi vocali (2) comandi vocali (4)

Contrariamente a quanto molti potrebbero pensare la sua attivazione non compromette in alcun modo l’autonomia della batteria, neanche lasciandola attiva 24 ore su 24 come abbiamo avuto modo di verificare dalle nostre prove nel corso delle ultime settimane.

Il merito è principalmente dell’hardware, in particolare della tecnologia Voice Activation sviluppata dalla Qualcomm per i suoi ultimi chipset Snapdragon, in grado di lasciare i comandi vocali sempre in ascolto con un consumo minimo di energia.

qualcomm-snapdragon-800-features

Ed è proprio per questo motivo che tale funzione non può essere portata su tutti gli altri modelli android mediante l’installazione di una semplice applicazione (il consumo di batteria sarebbe spropositato).

Facciamo inoltre notare che sebbene la tecnologia Qualcomm Voice Activation sia presente in tutti i chipset Snapdragon 800 e modelli successivi, è accessibile solamente dagli OEM.

Quindi anche se il vostro telefono possiede un hardware del genere ma non supporta i comandi vocali già di base non potrete mai utilizzarli a schermo spento, a meno che il produttore non decida di rilasciare un aggiornamento del software per abilitarli (cosa davvero improbabile anche per questioni di costi di licenze).

 

AGGIORNAMENTO:
L’articolo è stato modificato per evidenziare che questa caratteristica può essere utilizzata, seppur in modo diverso, anche sul Galaxy Note 3.
Ricordiamo che il Note 3 monta un chipset Snapdragon 800, mentre il Note 4 uno Snapdragon 805.