twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Giu 042015
 

Con Android M sembra proprio che Google abbia veramente intenzione di rendere il suo sistema operativo a prova di consumi anomali della batteria.

android battery drain

Durante la sua presentazione era già stato annunciato Doze, un meccanismo che durante i periodi di standby prolungati ha il compito di bloccare le attività in background.
Oltre a questo però in Android M dovrebbe esserci anche una funzione simile a quella del noto tool Greenify per ora conosciuta con il nome di App Standby.

L’App Standby avrà il compito di rilevare tutte le app installate dall’utente e di “congelare” le loro attività a meno che:

  1. l’app sia stata avviata direttamente dall’utente
  2. l’app abbia un processo in esecuzione anche se non visibile necessario per eseguire un’attività richiesta dall’utente
  3. l’app genera nel menù a tendina o nella schermata di sblocco notifiche richieste dall’utente
  4. l’utente abbia scelto espressamente di escluderle
  5. il telefono non sia collegato ad una fonte di corrente

ottimizzazioni batteria android m

In ogni caso le app in standby potranno sempre riattivarsi almeno una volta al giorno per consentire di sincronizzarsi o accedere alla connessione Internet.

A differenza di Doze questo sistema quindi agirà anche quando il telefono è in uso e per l’utente non dovrebbe comportare alcun effetto collaterale.

Insomma se tutto funzionerà come promesso con Android M i fastidiosi battery drain provocati da programmi o servizi scritti male dovrebbero finalmente sparire.

Approfondimenti su Android M:
Tutte le principali novità di Android M
Android M permetterà di usare le microsd come memoria interna

 

fonte developer.android.com, google i/o 2015