twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Mar 092014
 

L’arrivo di Android 4.4 KitKat segna un passo importante per i telefoni che supportano l’utilizzo delle memorie micro sd.
Di questo se ne stando accorgendo i numerosi possessori di un dispositivo Galaxy alle prese con gli aggiornamenti rilasciati nelle ultime settimane dalla Samsung, basati proprio su tale versione del sistema operativo.

kitkat-microsd-samsung

Qual è esattamente il problema?

Chi ha provveduto ad installare sui Galaxy i nuovi firmware Android 4.4 probabilmente si sarà già accorto che molte applicazioni di terze parti non sono più in grado di creare, eliminare o modificare come un tempo file all’interno della scheda sd.

Gli esempi più diffusi riguardano i file manager, le galleria immagini, i lettori video e altri programmi di questo genere.

problema-micro-sd-kitkat (3) problema-micro-sd-kitkat (2) problema-micro-sd-kitkat (4)

Che cosa è cambiato?

Senza scendere in inutili tecnicismi, prima di rispondere a questa domanda è bene chiarire come Android consideri le memorie presenti nel telefono.

Queste si distinguono principalmente in memoria interna e memoria esterna.
Della prima fanno parte tutte le partizioni di sistema (come /system, /data, /bin, ecc…), mentre nella seconda oltre alla scheda microsd troviamo anche la memoria /sdcard (nonostante fisicamente si trovi sempre all’interno del dispositivo).

gestione-memoria-android

A partire da KitKat Gooogle ha posto delle restrizioni agli sviluppatori (in verità esistenti già da tempo).

Tutte le applicazioni non preinstallate nel telefono (quindi soltanto quelle installate dall’utente) non possono più scrivere, modificare o eliminare liberamente (mentre leggere sì) file nella memoria esterna secondaria (la micro sd appunto), se non all’interno di specifiche directory a loro assegnate (in extSdCard/Android/data).

problema-micro-sd-kitkat (1)

Quali saranno le conseguenze di questo cambiamento?

Per i programmi installati dall’utente che non necessitano di andare a modificare file della microsd al di fuori delle directory a loro assegnate cambierà poco o nulla (ad esempio navigatori gps, lettori multimediali e giochi).
In questo caso occorre attendere solo che gli sviluppatori aggiornino le loro app.

I disagi principali riguardano invece  i file manager, le app per il fotoritocco o altri programmi simili che spesso vengono utilizzati proprio per modificare file presenti in qualsiasi cartella della microsd.

Ma perché Google ha preso questa decisione?

I motivi possono essere diversi e anche complessi.
Innanzitutto occorre specificare che questa modifica era prevista già da diversi anni nelle linee guida di sviluppo di Google e fa parte di un processo graduale di evoluzione dell’intero sistema operativo android.

Per Google la microsd è sempre stata considerata poco sicura per ospitare dati importanti, non solo per la sua natura di “memoria provvisoria”, ma anche perché solitamente è basata su file system (VFAT o FAT32) che non supportano i permessi di accesso.
permessi-file-sistema
Una caratteristica che rende questo tipo di memoria anche poco adatta a gestire file nella modalità multi utente.

Inoltre probabilmente con questa politica si vuole impedire l’accesso selvaggio da parte di qualsiasi applicazione alla microsd (davvero poco sicuro), obbligando gli sviluppatori a rispettare le direttive del sistema operativo e aderire così anche agli standard previsti dal file system FUSE usato da Android.

 

In futuro forse vedremo affermarsi il nuovo Storage Access Framework introdotto proprio con KitKat, un pannello centralizzato che semplifica la gestione di documenti e immagini e che rende meno importante per l’utente sapere in quale memoria sono effettivamente salvati i dati (in locale, sd esterna o online).

storage-framework-android-kitkat

 

link per approfondimenti 1 – 2 – 3

 

AGGIORNAMENTO 18 marzo 2014:
Come riabilitare i permessi di scrittura sulla microsd esterna con Android 4.4 KitKat

AGGIORNAMENTO 22 aprile 2014:
3 file manager con accesso completo alla microsd esterna anche con KitKat e senza root

AGGIORNAMENTO 05 novembre 2014:
Google fa marcia indietro. Con Android Lollipop l’accesso alle microsd esterne ritornerà ad essere completo