twitter androidgalaxys.net feed rss androidgalaxys.net youtube androidgalaxys.net email androidgalaxys.net

Dic 092014
 

Nel nostro sito abbiamo dedicato vari articoli all’avanzata tecnologia di sicurezza Samsung Knox e alla particolare applicazione che permette all’utente di creare un vero e proprio ambiente virtuale Android (chiamato Contenitore Knox) in cui immagazzinare e usare i dati personali (contatti, email, sms, ecc…) in totale sicurezza.

samsung-knox-20

Con gli aggiornamenti a KitKat ad inizio 2014 questa tecnologia è stata portata su tutti i Galaxy di fascia media e alta, ma come abbiamo già avuto modo di sottolineare per i modelli commercializzati quest’anno non è mai stata resa disponibile (vedi Samsung, ma che fine ha fatto l’app Knox per il Galaxy S5? ).

Il motivo lo si può trovare direttamente in alcune pagine del sito di riferimento samsungknox.com, dove viene detto chiaramente che per i nuovi Galaxy che entreranno in commercio con una versione di Android superiore a Jelly Bean, (come il Galaxy S5, Note 4, Galaxy Alpha, ecc…) la Samsung non metterà più a disposizione il contenitore Knox per gli utenti privati.

Personal KNOX is only available on devices that already had it pre-installed in the Jellybean releases. Devices released with Android version above Jellybean do not have this feature.

It was provided on devices like the Galaxy S4 and Galaxy Note 3, but is no longer supported on newer devices like the Galaxy S5.

samsung-my-knox-galaxy-s5

Certamente visto lo scarso interesse suscitato da questa applicazione ben pochi la rimpiangeranno o ne sentiranno la mancanza, ma va detto che anche se non potrà più essere usata per proteggere i propri dati personali, la tecnologia Knox nei Galaxy di fatto continuerà ad esserci così come tutte le limitazioni al modding che ha portato.

Ricordiamo che di recente la Samsung ha presentato un’app simile del tutto gratuita scaricabile direttamente dal Play Store chiamata MyKnox, ma purtroppo si rivolge solamente ad una clientela di tipo business.

Ecco di seguito una tabella che aiuterà a chiarire quali sono tutte le versioni di Knox esistenti.

tecnologia-samsung-knox

Per maggiori informazioni sulla tecnologia Knox si rimanda al sito di riferimento della Samsung samsungknox.com.

  • Albe

    L’esatto contrario di quello che andava fatto e una chiara risposta a chi sosteneva che Knox non era studiato per andare contro al modding!
    Dovevano lasciare l’applicazione Knox container togliere tutte le rotture che da a Super Su e togliere la voce nella download mode. Fatto ciò bastava un semplice controllo alla DM per cui ogni volta che veniva incrementato il vecchio contatore (quello resettabile con Triangle away) il container veniva wippato e con lui tutti i dati.

    • Thomas

      QUOTISSIMO !!!

  • Maurizio_X

    Brava Samsung i miei complimenti. Prima hai gabbato tutti i possessori di un galaxy che con kitkat hanno ricevuto una cosa che non avrà usato nessuno, poi invece negli ultimi galaxy dove knox era presente nativamente non gli hai dato la possibilità di sfruttare questa tecnologia.

  • Peppe

    Ma non si ancora niente sulla possibilità di effettuare il root senza farlo aumentare??

    • Marco Zeni

      Towelroot

    • Peppe

      Scusa mi sono espresso male intendevo per il note 4

    • Albe

      No nulla per ora. E guarda quanto ci hanno messo per S5, senza contare il fatto che se non fosse stato per Geohot non ci sarebbe ancora oggi nessuna procedura.

  • Egidio CONTE

    Ma samsung non aveva venduto la tecnologia a google, che l’avrebbe dovuta integrare in android 5.0.

    • Pare che anche Google la userà solo per le aziende e non per gli utenti finali.

  • Tersicore1976

    Insomma in conclusione, per poter dare una funzione agli utenti Business, devono implementarla comunque a livello di firmare e “hardware” in tutti i loro prodotti… Quindi se la ritrova come parte del firmware, senza però poterla utilizzare, chi non sottoscriverò mai un “servizio Business”… Allora che non la utilizzino più per non dare la garanzia ai prodotti con il root… Visto che di fatto, non potendola usare e non sottoscrivendo nessun contratto, la modifica del contatore Knox non ha più senso ad un utente “normale”. Io difendevo la scelta di far apparire 0x1 se comunque questo mi permetteva di poter usare Knox, e lo uso… Se cambiassi smartphone, sarebbe solo un fastidio non potere usare tale funzione e averla comunque nel firmware, dovendo sottostare alle loro regole per restare in “garanzia”.

    Comunque questa “Novità”, insieme a quella delle funzioni nascoste del Note 4, e quello che ho visto io sul firmare del Note 2014 mi ha fatto capire una grande verità: Samsung scrive un firmware per cui almeno il 20% delle roba, se non di più, è inutile, non si può usare, ed è li a fare nulla… E’ tutto codice scritto, che devono comunque controllare ma che invece di eliminare nascondono… Aggiungiamoci anche le app che sono pre-instalalte ma che non si usano e il gioco è fatto… Abbiamo uno dei firmware più pensanti che un produttore abbia mai creato…

    • Albe

      Non è completamente corretto. Il motivo per cui ci sono tutte queste funzionalità nascoste/non funzionanti? Scrivono una volta la ROM su un device e poi la portano su tutti gli altri: come presumo tu sappia però questo significa che dentro la ROM di note 4 per esempio, devo lasciare anche tutte le istruzioni per l’s4 e note 3 che hanno una grafica e istruzioni completamente differente. Ecco perché trovi ancora Air gesture, air view e messaggio personale di sblocco.
      Svantaggi: la ROM è più pesante e dato che ci sono le nuove funzioni tanto vale metterle anche nei vecchi device, togliendo quelle vecchie.
      Vantaggi: risparmiano tantissimo di tempo scrivendo la ROM una volta e buttandola su tutti i vari dispositivi.

    • Tersicore1976

      Bhe si, quello lo avevo capito… Però ad esempio sul firmware del Note 2014 non ci sono i widget nella lock screen perché nessun Tablet con KitKat ha quella funzione, quindi non hanno aggiunto la “riga” in xml per avere le opzioni nelle preferenze… di contro (ma probabilmente sono io poco esperto) non ho trovato nessun modo per avere le schede che si possono mettere sulla Lock Screen e ovviamente mancano proprio dei “pezzi”, ma tanti, per avere la Magazine UI…È vero quello che dici, e infatti il mio commento alla fine è la stessa cosa che hai detto tu: se vogliono dare una funzione a solo una parte degli utenti, devono dare le “basi” di funzionamento a “tutti”, perché di fatto creano una “maxi firmware” comune a tutti i prodotti e poi personalizzato… anche l’avere il menu a tendina come l’S5 cambiando il Buld.prop o il menu preferenze a schede ne è un esempio… ma nel secondo caso attivavo ai il menu in stile S5, ma non avevo nessuna opzione per la S-Pen… quindi delle modifiche “importanti” a livello di firmware lo fanno. Taluni funzioni su Note 4 non si attivavo perchè non c’è l’hardware adatto e hanno preferito togliere l’opzione che ripulire il codice… Sarà veloce, così, ma forse progettualmente per cercare dei Bug forse è meglio non perdersi in migliaia di righe di codice che non serve a nulla…

  • Callea

    Knox doveva essere la risposta di Samsung alla Protezione Dati di Apple implementata dal 2009 sul 3Gs.

    Doveva essere un modo per cercare di penetrare nel mercato enterprise attualmente dominato da IOS.

    Ovvio che i ragazzini non lo vedevano di buon occhio, ma era una funzione seria rivolta ad un mercato professionale che attualmente si rivolge all’iPhone.

    Io che sono un utente non business comprai l’S5 proprio per questa funzione ed avere una sicurezza dei dati ai livelli di IOS anche su Android, perché la sicurezza è fondamentale per tutti, non solo per il mondo business.

    Spero proprio possa partire una class action verso samsung perché un comportamento simile è inaccettabile.

    • Purtroppo penso che cadrà nel dimenticatoio, siamo gli unici che fin dalla sua presentazione abbiamo parlato di Knox 🙁